Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La struttura finanziaria delle imprese tra teoria e verifiche empiriche

L'elaborato si sviluppa nell’ambito dell’approccio al governo di impresa e alla teoria della creazione del valore, con lo scopo di descrivere la struttura finanziaria del capitale aziendale e i procedimenti che ne guidano la determinazione. Si analizzeranno i fondamenti e le principali correnti di pensiero riportate a riguardo dalla letteratura in essere, ponendo particolare attenzione al costo del capitale nella politica finanziaria, quale componente sempre più incisiva sull’operato dell’organo di governo delle imprese moderne.
Si considererà il contributo di Andrei Shleifer e Robert Vishny sui costi che la liquidazione forzata dei beni aziendali provoca, importanti per comprendere i concetti fondanti e le implicazioni dell’assunzione di debito finanziario, a partire da un’osservazione empirica, per giungere alla definizione di un modello in grado di descrivere la casistica in esame.
Nell’ultima parte della trattazione ci si interroga sugli aspetti innovativi che, alla luce dell’analisi svolta dai due economisti americani, emergono per il tema di questo scritto.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Questo elaborato si sviluppa nell’ambito dell’approccio al governo di impresa e alla teoria della creazione del valore, con lo scopo di descrivere la struttura finanziaria del capitale aziendale e i procedimenti che ne guidano la determinazione. Si analizzeranno i fondamenti e le principali correnti di pensiero riportate a riguardo dalla letteratura in essere, ponendo particolare attenzione al costo del capitale nella politica finanziaria, quale componente sempre più incisiva sull’operato dell’organo di governo delle imprese moderne. Si considererà il contributo di Andrei Shleifer e Robert Vishny sui costi che la liquidazione forzata dei beni aziendali provoca, importanti per comprendere i concetti fondanti e le implicazioni dell’assunzione di debito finanziario, a partire da un’osservazione empirica, per giungere alla definizione di un modello in grado di descrivere la casistica in esame. Nell’ultima parte della trattazione ci si interroga sugli aspetti innovativi che, alla luce dell’analisi svolta dai due economisti americani, emergono per il tema di questo scritto.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Bassani Contatta »

Composta da 22 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5044 click dal 30/07/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.