Skip to content

Visvantara, Syamaka e Mahasattva jataka: analisi iconografica delle rappresentazioni in India, Asia centrale e Cina

Informazioni tesi

  Autore: Alessio Meoli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Civiltà Orientali
  Relatore: Nicoletta Celli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 104

In questo lavoro ci proponiamo di studiare tre delle narrazioni che fanno parte della ricca serie di jātaka sedimentatasi nel corso di diversi secoli in territorio indiano e poi diffusasi nell’Asia orientale e sud-orientale: il Viśvāntara, lo Śyāmaka e il Mahāsattva jātaka. Ci sono ragioni ben precise nella scelta di ciascuna, ma quella che le accomuna è il grande numero di rappresentazioni di cui sono state oggetto tra l’India e la Cina (in particolare a Kizil e Dunhuang). Abbiamo scelto il Viśvāntara jātaka perché è una delle storie più famose e perché gode di un elevatissimo numero di trasposizioni artistiche, non solo in India, Asia centrale e Cina, ma anche in Asia sud-orientale. La storia del principe e della sua infinita generosità è talmente famosa che viene a tutt’oggi rappresentata nei teatri tradizionali cambogiano e thailandese. A Ceylon alcuni anni or sono ne venne persino fatta una trasposizione cinematografica in puntate per la televisione. Per quanto riguarda lo Śyāmaka jātaka, durante i primi secoli di diffusione del buddhismo sul suolo cinese, esso venne valorizzato e ripreso all’interno del dibattito tra buddhisti e confuciani riguardo al carattere più o meno filiale della nuova religione. Infatti, il protagonista della storia, che ha lasciato la vita mondana per provvedere ai propri genitori ciechi, è un ottimo esempio di pietà filiale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Il termine sanscrito jātaka, tradotto generalmente in cinese con bensheng gushi 本生故事, indica le narrazioni delle vite precedenti del Buddha storico. Esse si basano sul concetto di rinascita, presente nella tradizione indiana ben prima dell’avvento del buddhismo. Secondo la religione Hindu, tutti gli esseri viventi passano incessantemente attraverso la vita e la morte in un flusso interminabile, denominato samsāra. L’insieme delle azioni compiute in vita da un individuo, il karma, determina la qualità migliore o peggiore della sua successiva rinascita. Il buddhismo non respinge questo sistema di pensiero, presente sin dagli albori della civiltà indiana e profondamente radicato in essa, ma propone una via di salvezza e di superamento del ciclo perenne delle nascite e delle morti, considerato come fonte di infinite sofferenze. Buddha Śākyamuni si sottrasse al flusso delle rinascite e si liberò così dal dolore imposto all’uomo dal samsāra. La religione da lui fondata mira alla salvezza universale, tuttavia il suo percorso deve essere affrontato individualmente. I jātaka in questo senso hanno un forte intento pedagogico, poiché illustrano il percorso spirituale, attraverso numerose vite, del fondatore della fede. Nelle storie assistiamo all’esercizio di diversi tipi di virtù e l’intento moralistico di ognuna, anche se non viene sempre reso esplicito, risulta ben chiaro. In questo lavoro ci proponiamo di studiare tre delle narrazioni che fanno parte della ricca serie di jātaka sedimentatasi nel corso di diversi secoli in territorio indiano e poi diffusasi nell’Asia orientale e sud-orientale: il Viśvāntara, lo Śyāmaka e il Mahāsattva jātaka. Ci sono ragioni ben precise nella scelta di ciascuna, ma quella che le accomuna è il grande numero di rappresentazioni di cui sono state oggetto tra l’India e la Cina (in particolare a Kizil e Dunhuang). Abbiamo scelto il Viśvāntara jātaka perché è una delle storie più famose e perché gode di un elevatissimo numero di trasposizioni artistiche, non solo in India, Asia centrale e Cina, ma anche in Asia sud-orientale. La storia del principe e della sua infinita generosità è talmente famosa che viene a tutt’oggi rappresentata nei teatri tradizionali cambogiano e thailandese. A Ceylon alcuni anni or sono ne venne persino fatta una trasposizione cinematografica in puntate per la televisione. Per quanto riguarda lo Śyāmaka jātaka, durante i primi secoli di diffusione del buddhismo sul suolo cinese, esso venne valorizzato e ripreso

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arte buddhista
arte cinese
arte indiiana
asia centrale
buddisti
dunhuang
iconografia buddhista
iconologia buddhista
india
jataka
jātaka sedimentatasi
kizil
mahāsattva jātaka
śyāmaka
viśvāntara

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi