Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La securitization degli attivi bancari. Il caso della ''Pontormo Finance''

La tesi è PERFETTA per conoscere un caso concreto e recente con cui la securitization multi assets (leasings e mutui ipotecari) si è realizzata in Italia. Essa, dopo un breve ma esaustivo studio delle modalità con cui si realizza la tecnica della securitization e delle sue finalità, affronta lo studio di un caso concreto italiano (il caso della Pontormo Finance srl). La securitization esaminata è la prima in Italia ad essere simultaneamente multioriginator e multiassets.
L'ultima parte considera le prospettive future di sviluppo della tecnica in esame, alla luce delle recenti crisi (v. subprime cartolarizzati) e con particolare riguardo all'introduzione sul mercato domestico dei COVERED BONDS.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 PARTE I CONSIDERAZIONI GENERALI SULLA SECURITIZATION 1. Concetto e definizione di securitization La tecnica finanziaria della securitization, già ampiamente diffusa in Italia ed ancor più su alcuni mercati esteri, è divenuta oggetto di studio e concreta realizzazione in seguito all’approvazione della Legge 30 aprile 1999 n.130 intitolata “Disposizioni sulla cartolarizzazione dei crediti”. La tecnica in esame si sostanzia nella possibilità da parte di un intermediario finanziario o di un’impresa (originator) di trasformare attività più o meno illiquide in titoli negoziabili sul mercato dei capitali. Questa conversione avviene attraverso una specifica operazione finanziaria imperniata su una società veicolo (Special Purpose Vehicle – SPV) 1 chiamata ad acquistare le attività oggetto di cessione e ad emettere titoli negoziabili caratterizzati da flussi finanziari connessi agli assets sottostanti. Da ciò derivano le ABS (Asset Backed Securities), ossia i valori mobiliari che si generano dalla suddetta metamorfosi, nonché il termine securitization che identifica, in senso ampio, l’intero processo commutativo. Prima di analizzare più compiutamente la tecnica in esame, valutandone i soggetti coinvolti e la loro funzione all’interno del processo, e di focalizzare la nostra attenzione sul settore bancario, è utile comprendere il ritardo della diffusione in Italia del processo di cartolarizzazione dei crediti. 1 Tale tipo di società, sconosciuta fino ad allora al nostro ordinamento giuridico, viene per la prima volta disciplinata nelle sue funzioni dalla Legge n. 130 del 30 aprile 1999, in particolare dall’art. 3 che la definisce “Società per la cartolarizzazione dei crediti”.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Matteo Migliarini Contatta »

Composta da 58 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1247 click dal 08/08/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.