Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'ordinamento sportivo tra giustizia statale e giustizia sportiva


Il diritto sportivo è recentissimo e questa sua giovane origine rappresenta un forte stimolo allo studio e all’approfondimento.
Per molti anni, però, l’ordinamento sportivo non è stato considerato, in ambito statale, un sistema giuridico, né rilevante sotto il profilo giuridico, dal momento che l’impatto sociale del fenomeno sportivo era ritenuto assimilabile a quello di una forma di spettacolo, sebbene la crescita sempre maggiore dello sport come fenomeno economicamente rilevante abbia poi prodotto una vera e propria inversione di tendenza, spostando progressivamente l’attenzione dello Stato verso lo sport.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA Il diritto sportivo è recentissimo e questa sua giovane origine rappresenta un forte stimolo allo studio e all’approfondimento. Per molti anni, però, l’ordinamento sportivo non è stato considerato, in ambito statale, un sistema giuridico, né rilevante sotto il profilo giuridico, dal momento che l’impatto sociale del fenomeno sportivo era ritenuto assimilabile a quello di una forma di spettacolo, sebbene la crescita sempre maggiore dello sport come fenomeno economicamente rilevante abbia poi prodotto una vera e propria inversione di tendenza, spostando progressivamente l’attenzione dello Stato verso lo sport. Una delle caratteristiche principali dello sport è di certo la sua funzione altamente educativa, soprattutto agonistica, sotto forma non solo di cultura fisica, ma di educazione del giovane praticante al rispetto delle norme ed all’acquisizione della regola di vita secondo cui il conseguimento di determinati obiettivi è possibile solo attraverso l’applicazione, il sacrificio e l’allenamento e, soprattutto, deve essere il risultato di tali componenti, senza pericolose scorciatoie. E’ possibile cogliere la valenza positiva dello sport, in modo più vistoso, in chiave sociale, con riferimento alle discipline di squadra, in quanto al valore del benessere fisico, si accompagna quello della socializzazione, con evidente ricaduta nella sfera di previsione dell’art. 2 della Carta Costituzionale, alla luce del riferimento alle formazioni sociali nelle quali si svolge la personalità, tra le quali sono da ricomprendere anche le associazioni sportive. Funzionale al perseguimento di questi valori è il principio di lealtà e rispetto dell’avversario, codificato mediante regole tassative che ciascun atleta, al momento del tesseramento, accetta consapevolmente, impegnandosi alla rigorosa osservanza, a pena di specifiche sanzioni 1 . Proprio sulla base di tali principi è stata ritagliata la nozione di illecito sportivo, con riferimento all’inosservanza sia dei canoni di condotta generalmente previsti per ciascuna disciplina, sia dalle specifiche regole di gioco che devono 1 Non a caso tutti i regolamenti delle federazioni sportive annoverano tra i principi fondamentali quello della lealtà e della correttezza, che costituisce valore fondante di ciascun ordinamento. CARINGELLA – GAROFOLI, Giurisprudenza penale 2005, Milano, 2005, 165. 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giovanni De Paola Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5029 click dal 30/08/2007.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.