Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La valutazione del rischio dei titoli azionari

Nel perseguire una qualsiasi politica di investimento, per prima cosa bisogna domandarsi quale livello di rischio si è disposti ad accettare. La prassi spesso ci porta ad attribuire al rischio un connotato esclusivamente negativo, in realtà, il termine rischio deve essere inteso unicamente come incertezza in merito agli eventi futuri. Il rischio, in ambito economico-finanziario, si riferisce alla possibilità che il risultato di una qualsiasi operazione compiuta da un soggetto economico sia diverso da quello previsto ex ante.

Mostra/Nascondi contenuto.
3  INTRODUZIONE La prassi spesso ci porta ad attribuire al rischio un connotato esclusivamente negativo, in realtà, il termine rischio deve essere inteso unicamente come incertezza in merito agli eventi futuri. Il rischio, in ambito economico-finanziario, si riferisce alla possibilità che il risultato di una qualsiasi operazione compiuta da un soggetto economico sia diverso da quello previsto ex ante. Il rischio è legato all’incertezza, e se tale elemento di aleatorietà può essere percepito come opportunità di guadagno per conseguire elevati rendimenti, per la maggior parte degli investitori esso rappresenta un potenziale di mancato rendimento se non addirittura di perdita del capitale impiegato. La problematica della gestione degli investimenti finanziari viene affrontata, ormai da molto tempo, con rigorose tecniche matematiche. In particolare, i problemi di “selezione” e di “gestione” del portafoglio titoli hanno attratto, per la loro estrema importanza, l’interesse di studiosi di matematica applicata, che hanno formulato interessanti modelli con l’intento di razionalizzare il comportamento dell’operatore finanziario che si trova di fronte a uno dei seguenti problemi: a) determinare la composizione ottima del portafoglio titoli (problema della selezione del portafoglio); b) individuare le variazioni da apportare a un portafoglio già costituito per adeguarlo alle mutate condizioni di mercato (problema della gestione del portafoglio).

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Cosimo Lacava Contatta »

Composta da 72 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3680 click dal 30/08/2007.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.