Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'applicazione del modello hub and spoke alle compagnie aeree

Questo lavoro si occupa di come è stato applicato il modello di rete (network) "hub and spoke " (conosciuto anche come modello "a raggiera" o "a stella") nell'ambito delle compagnie aeree. Questo modello si diffuse dopo l'"Airline Deregulation Act" del 1978, che sancì la liberalizzazione del trasporto aereo negli Stati Uniti. Le compagnie più grandi passarono quindi dal modello "point-to-point", quello che prevede il collegamento di due città tramite un volo diretto, a quello "hub and spoke", in cui tutti i voli che partono e arrivano dagli aeroporti secondari della rete (gli spoke) vengono convogliati verso un aeroporto principale, l'hub: il volo tra due spoke prevede quindi uno scalo presso l'hub.
Nella tesi vengono analizzati i vantaggi e gli svantaggi di questo modello di rete (anche in confronto con il modello point-to-point), le differenze tra gli hub europei e quelli statunitensi e viene analizzata la flessibilità del modello di fronte a grandi variazioni impreviste della domanda, come ad esempio la riduzione del numero di passeggeri nel trasporto aereo dopo gli attentati dell'11 settembre.
Nel lavoro viene sottolineata l'importanza strategica della scelta dell'hub e di quali caratteristiche dovrebbe avere quest'ultimo per funzionare in maniera ottimale, considerando anche le conseguenze che si hanno quando un aeroporto diventa un hub.
Vengono analizzati anche gli aspetti commerciali di un modello "hub and spoke", studiando le politiche di prezzo esercitate dalle compagnie aeree presso l'hub, la qualità del servizio offerto e la competitività rispetto agli aeroporti minori. Inoltre si citano molti comportamenti che le compagnie aeree adottano per proteggere il proprio mercato dall'ingresso di altri concorrenti, comportamenti noti anche come "barriere strategiche in entrata".
Infine nell'ultimo capitolo viene analizzato un tipico problema che comporta il modello: il problema è quello di decidere su un certo numero di voli se aspettare o meno i passeggeri in ritardo che devono prendere una coincidenza e spostarli su un volo successivo o pagare loro un pernotto (se necessario) in modo da massimizzare il guadagno. Viene illustrato un semplice modello matematico, implementato con Excel, che potrebbe risolvere questo problema.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’industria dell’aviazione commerciale presenta numerosi e affascinanti problemi che si inquadrano perfettamente nella ricerca operativa. In questo lavoro viene analizzato il modello di rete hub and spoke adottato nel mondo delle compagnie aeree, studiandone i principi di funzionamento, evidenziandone i vantaggi e gli svantaggi che comporta e le strategie commerciali usate per trarne il massimo vantaggio. Nell’ultimo capitolo inoltre viene descritto il funzionamento di un’applicazione creata con il software Microsoft Excel per risolvere uno dei tanti problemi che si presentano nell’utilizzo quotidiano di un tale network che riguarda la decisione da prendere quando si verifica un ritardo in un arrivo all’hub. Un sentito ringraziamento va al dottor Luciano Cinfrignini dell’Alitalia per la disponibilità e il paziente aiuto che ha saputo darmi durante lo svolgimento di questo lavoro. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Roberto Adinolfi Contatta »

Composta da 49 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5567 click dal 30/08/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.