Skip to content

Le autostrade del mare: analisi del mercato e politiche di offerta. Il caso Stradeblu

Informazioni tesi

  Autore: Johnny Riotto
  Tipo: Tesi di Master
Master in marketing e controllo dell'impresa commerciale
Anno: 2007
Docente/Relatore: Nicoletta Buratti
Istituito da: Università degli studi di Genova
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 38

L'elaborato si ripromette di analizzare il progetto "autostrade del mare" e lo stato di sviluppo attualmente raggiunto oltreche i suoi possibili sviluppi futuri, con previsione delle merci che circoleranno fino al 2010, da qui gli strumenti che dovranno essere utilizzati da tutti gli operatori del settore per una effettiva implementazione delle AdM.
Sono analizzate le principali problematiche che stanno frenando il loro sviluppo dalla scarsa partecipazione a livello istituzionale all'onerosità della bandiera nazionale per le compagnie esercenti cabotaggio.
Nella seconda parte un esempio concreto di realizzazione di una linea AdM dedita a fornire un servizio intermodale marittimo integrato da parte della compagnia di navigazione Stradeblu S.r.l.
Verrà quindi analizzato il piano di marketing che si è inteso perseguire per la pianificazione e conseguente promozione del nuovo servizio con gli iniziali studi di fattibilità della linea, analisi del mercato obiettivo, strumenti utilizzati per le ricerche clienti al fine di conseguire una quotà di mkt soddisfacente fin dalle prime partenze.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1.1. Le Autostrade del mare Entro il 2010 il trasporto merci in Italia crescerà di circa il 40% e i suoi volumi, oggi nell’ordine di 1,50 miliardi di tonnellate all’anno, supereranno quota due miliardi. 1 Sulla base dei dati relativi al 2000, 2 in Italia circa il 66% delle merci viaggiava su gomma; uno sbilanciamento modale eccessivo che descrive l’anomalia di un paese non in grado di sfruttare appieno le potenzialità offerte dal mare e da quasi 8 mila km di sviluppo costiero. Negli ultimi anni la situazione e’ parzialmente migliorata, grazie ad un aumento costante (circa il 20% annuo) del traffico pesante trasferito sulle vie marittime: il traffico merci che ha viaggiato sulle Autostrade del Mare è cresciuto dall’1,5% a oltre il 3,5% del traffico merci totale. Ogni anno oltre 1.200.000 Tir hanno viaggiato via mare invece che su strada (l'equivalente ogni giorno di una colonna lunga 96 km). È raddoppiata la quota di traffico sottratto alla strada: si è passati dal 2% del 2000 a oltre il 4% del 2005 del traffico pesante a lunga percorrenza. Il trend parrebbe quindi positivo ma se proporzionato al totale delle merci trasportate si comprende subito come occorrano campagne di incentivazione e marketing molto più incisive . Per conseguire risultati soddisfacenti, appare fondamentale sensibilizzare tutti gli attori coinvolti nella realizzazione di questo progetto che prevede la creazione di una infrastruttura “cabotaggio” ovvero formata da navi che, attraverso terminals portuali dedicati, si innestano nelle reti infrastrutturali di terra diventando ad esse funzionali e creando un efficiente ed efficace strumento di logistica intermodale che consentirebbe di evitare inutili e dispendiose rotture di carico. Una tale soluzione può evitare il collasso della rete stradale lungo l’asse Nord- Sud. Due gli elementi critici su cui si fondano le Autostrade del Mare: tipologie di navi studiate in base a costi di gestione contenuti, flessibilità operativa e carico pagante; terminals portuali dedicati, operativi 24 ore al giorno e collegati direttamente alla rete stradale e ferroviaria. Le misure di sostegno a questo progetto stentano però a evidenziarsi; anzi sul versante dei costi l’armamento italiano e’ il più penalizzato d’Europa in forza dell’onerosità della bandiera nazionale 3 . Un fatto questo, legato al limitato recepimento delle misure europee che permettono l’azzeramento dei costi previdenziali degli equipaggi. Se si considerano poi i vertiginosi rialzi degli ultimi 1 - 2 Fonte CETENA, Programma straordinario di ricerca per lo sviluppo del cabotaggio marittimo fluviale, Le Autostrade del mare.Giugno 2002 3 Si fa riferimento anche a costi portuali e terminalistici sempre piu’ esorbitanti e all’obbligatorietà di alcuni servizi nautici di cui, forse, in normali condizioni meteomarine si potrebbe fare a meno o che comunque abbiano un costo decisamente inferiore, quale per esempio il pilotaggio (vedi controversia Ignazio Messina/Corpo piloti di Genova del 30 Settembre 2003), ormeggio, rimorchio ecc.; visto che in un ottica di agevolazione del progetto Autostrade del mare il contenimento dei costi portuali pare a mio giudizio fondamentale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

autostrade del mare
autotrasporto
bunker
cabotaggio
comapgnie di navigazione
costi ambientali
ecobonus
genova-napoli
genova-palermo
genova-termini imerese
logistica
marketing
ro-pax
ro-ro
servizi intermodali marittimi integrati
short sea shipping
snav
stradeblu
tariffe
terminal
tirrenia
trasporto combinato
trasporto marittimo
tttlines

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi