Skip to content

Studio e implementazione di un software per la guida di un rilevatore di posizione intravascolare

Informazioni tesi

  Autore: Cristiano El Boustany
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Scienze dell'informazione
  Corso: Informatica
  Relatore: Luigi Cinque
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 90

In tutti i settori della medicina si ha oggi una presenza importante di tecnologie che trovano numerose applicazioni nelle diverse attività diagnostiche e terapeutiche.
L’impiego di grandi apparecchiature, l’introduzione di calcolatori elettronici anche nelle più elementari procedure mediche, la disponibilità di sofisticate tecniche di analisi dei dati hanno cambiato l’approccio del medico al paziente.
La scoperta dei Raggi X alla fine dell’800 ha reso possibile lo studio di molte strutture corporee, fino ad allora impossibili da raggiungere per l’occhio del medico, ed ha aperto l’era della diagnostica per immagini, poi progressivamente estesa e migliorata grazie all’aiuto di tecnologie sempre più avanzate che forniscono ai medici rappresentazioni di organi, sani o malati, su scala macroscopica.
Un altro passo fondamentale si ha negli anni ’70 con l’avvento della tomografia computerizzata dove un emettitore di raggi X ruota attorno al paziente ed un rilevatore situato sul lato opposto, raccoglie i segnali di raggi X ottenuti che serviranno a ricostruire l’immagine di una sezione del paziente.
Le sequenze di immagini sono elaborate da un computer che presenta il risultato sul monitor. Tale risultato è costituito da una serie di sezioni contigue dello spessore impostato: l’insieme delle sezioni ricostruite costituiscono i dati inerenti il volume di scansione che possono essere elaborati da un software di rendering per ottenere immagini endoscopiche tridimensionali.
La grande attenzione che è stata posta nelle tecniche di elaborazione delle immagini va di pari passo con l’affermazione della vista come organo principale della conoscenza in tutte le branche della scienza.
È interessante notare che, secondo dati del Censis, un contributo determinante della diagnostica per immagini ricorre nel 75% delle diagnosi finali, a fronte del 60% dell’esame clinico, del 65% degli esami di laboratorio, del 60% dell’esame istologico e del 30% degli studi funzionali.
La digitalizzazione è il punto di partenza per la realizzazione di sistemi di gestione informatica delle immagini per le diagnosi, ma non solo: l’elaborazione delle immagini, la visione endoscopica e l’uso di strumenti ed apparecchi tecnologicamente diversi dai tradizionali sono considerati elementi sempre più importanti anche in chirurgia, dove hanno permesso di ottenere interventi più mirati e precisi, con tecniche meno invasive.
La prima pratica che ha coinvolto il chirurgo in un ambiente nuovo, con un’immagine del campo operatorio non solo reale ma anche virtuale, è stata la laparoscopia, dove il monitor riporta l’immagine vista dalla endocamera, inserita nel corpo del paziente.
Risultati importanti, ma queste nuove tecniche non sono sempre prive di rischi; infatti sottoporsi anche ad una semplice indagine radiologica significa avere a che fare con radiazioni ionizzanti. Gli effetti negativi comprendono lo sviluppo a lungo termine di cancro e danno genetico trasmesso alla prole. Stime recentissime, ma riferite all’esposizione da radiazioni mediche dei primi anni Novanta, valutano che dall’1 al 3 per cento dei cancri oggi osservati nei paesi industrializzati sia causato da esposizione a radiazioni mediche. Queste cifre sono impressionanti, ma sostanzialmente sottostimate, visto che rispetto ai primi anni Novanta l’esposizione da radiazioni mediche è oggi almeno sestuplicata.
Questa tesi si colloca nell’ambito di un progetto che si pone come obiettivo quello di realizzare una procedura per il cateterismo vascolare che, utilizzando software ed hardware specifici, permetta di operare riducendo drasticamente la quantità di radiazioni sia a carico del paziente che degli operatori sanitari.
Più precisamente, in questa tesi verrà descritto un software di guida e visualizzazione per un dispositivo di indicazione di posizione endovascolare che, usando un modello 3D dell’albero vascolare del paziente, permette al medico di effettuare un intervento di cateterismo vascolare senza far uso di radiazioni ionizzanti.
In particolare, nel primo capitolo descriveremo i sistemi hardware/software utilizzati nella normale procedura di cateterismo vascolare, le tecniche di cateterismo convenzionali e i supporti informatici per ridurre il rischio radiologico, nel secondo esporremo una soluzione alternativa per l’interventistica vascolare a basso rischio radiologico introducendo l’utilizzo di hardware e software innovativi.
Il terzo capitolo conterrà una descrizione dettagliata dei sistemi utilizzati per lo sviluppo del software, il quarto capitolo presenterà l’intero processo software fino al prodotto finale e descriverà anche i risultati ottenuti sperimentando il software su un modello in vetro e gomma dell’aorta a grandezza naturale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE In tutti i settori della medicina si ha oggi una presenza importante di tecnologie che trovano numerose applicazioni nelle diverse attivit diagnostiche e terapeutiche. L impiego di grandi apparecchiature, l introduzione di calcolatori elettronici anche nelle piø elementari procedure mediche, la disponibilit di sofisticate tecniche di analisi dei dati hanno cambiato l approccio del medico al paziente. La scoperta dei Raggi X alla fine dell 800 ha reso possibile lo studio di molte strutture corporee, fino ad allora impossibili da raggiungere per l occhio del medico, ed ha aperto l era della diagnostica per immagini, poi progressivamente estesa e migliorata grazie all aiuto di tecnologie sempre piø avanzate che forniscono ai medici rappresentazioni di organi, sani o malati, su scala macroscopica. Un altro passo fondamentale si ha negli anni 70 con l avvento della tomografia computerizzata dove un emettitore di raggi X ruota attorno al paziente ed un rilevatore situato sul lato opposto, raccoglie i segnali di raggi X ottenuti che serviranno a ricostruire l immagine di una sezione del paziente. Le sequenze di immagini sono elaborate da un computer che presenta il risultato sul monitor. Tale risultato Ł costituito da una serie di sezioni contigue dello spessore impostato: l insieme delle sezioni ricostruite costituiscono i dati inerenti il volume di scansione che possono essere elaborati da un software di rendering per ottenere immagini endoscopiche tridimensionali. La grande attenzione che Ł stata posta nelle tecniche di elaborazione delle immagini va di pari passo con l affermazione della vista come organo principale della conoscenza in tutte le branche della scienza. ¨ interessante notare che, secondo dati del Censis, un contributo determinante della diagnostica per immagini ricorre nel 75% delle diagnosi finali, a fronte del 60%

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cateterismo
implementazione
intravascolare
mfc
microbird
posizione
rilevatore
software
studio
vascolare
vtk

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi