Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'impresa in comune: aspetti economico - aziendali

Le joint venture sono considerate strumenti di conveniente accrescimento delle dimensioni d’impresa. Molto spesso, però, la loro costituzione può apparire collegata a motivi particolari, che sono tanto vari quanto sono diversi gli scopi immediati o indiretti dei singoli elementi e dei singoli momenti nei quali può distinguersi il continuo ed unitario corso della produzione d’impresa.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO PRIMO LE JOINT VENTURE NEL PROCESSO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E NELLA STRATEGIA DI SVILUPPO 1.1 Premessa Ogni azienda 1 sviluppa, nell’ambiente in cui opera, numerose relazioni con altre aziende, sia di produzione che di consumo 2 . Le relazioni di scambio tra aziende di produzione ed aziende di consumo sono finalizzate sia al trasferimento dei prodotti finali destinati al consumo e sia alla fruizione dei servizi, realizzati dalle imprese, in cambio della cessione, presente o futura, di una quantità di moneta rappresentativa del prezzo. Le relazioni di scambio tra aziende di produzione sono, invece, finalizzate al soddisfacimento di bisogni di approvvigionamento dei fattori produttivi e dei beni intermedi 1 L’azienda è un’organizzazione che agisce attraverso continui scambi di materie, energia ed informazioni, inserita in un ambiente che è la sintesi delle interazioni con i sistemi che ne fanno parte. L’azienda è influenzata nella struttura e nei comportamenti dalla situazione che caratterizza l’ambiente, il quale offre, sia opportunità, vale a dire circostanze che possono agire procurando vantaggi, sia vincoli, cioè limiti di natura diversa posti dall’attività aziendale. Cfr. Di Cagno N., Adamo S., Giaccari F., Lezioni di economia aziendale, Cacucci Editore, Bari 2004, pag. 30; Giunta F., Lezioni di economia aziendale, Cedam, Padova, 1994; Porter M. E., Il vantaggio competitivo, Edizioni di Comunità, Milano, 1987. 2 Le aziende di produzione sono indirizzate alla creazione dei prodotti o dei servizi, le aziende di consumo all’utilizzo, in relazione alle proprie finalità, delle risorse disponibili, secondo parametri di efficienza economica. Cfr. Di Cagno N., Adamo S., Giaccari F. , op. citata, Cacucci Editore, Bari 2004, pagg. 16 e 17; Sarcone S., L’azienda. Caratteri d’Istituto – Soggetti - Economicità, Giuffrè, Milano, 1997; Cassandro P. E., Trattato di ragioneria. L’economia delle aziende e il suo controllo, Cacucci Editore, Bari, 1988; Ferrero G., Impresa e management, seconda edizione, Giuffrè, Milano, 1987. 2

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Fiorella Chiriatti Contatta »

Composta da 84 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 964 click dal 11/09/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.