Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi di corsi di autoaddestramento all'uso di programmi per la produttività personale

Si vuole condurre un’analisi sui corsi realizzati per apprendere l’uso dei programmi per la produttività personale . Gli approcci tradizionali di insegnamento prevedono libri, dispense, aule e docenti. Ma l’uso stesso dei programmi può essere un elemento critico da seguire o da insegnare attraverso gli schemi ordinari, così che può risultare conveniente utilizzare un approccio alternativo.
Nel corso di questo lavoro, si andrà a vedere il ruolo del computer nei confronti della formazione attraverso l’informatica. Si vuole pertanto analizzare le nuove tecnologie disponibili per la realizzazione di un corso in grado di sfruttare le capacità multimediali ed interattive dei personal computer. Si concluderà con un’analisi di corsi di autoaddestramento in italiano, relativi a programmi di produttività personale, sia acquistabili tramite libreria, edicola o contatto diretto con le case editrici, sia preparati nel corso di tesi di laurea in Economia a Pisa.
Nel primo capitolo si analizzano i fattori dell’e-learning: in cosa consiste l’apprendimento di fronte ad un computer, quali sono i vantaggi rispetto ai metodi di insegnamento tradizionali e come nella società di oggi la formazione possa o meno beneficiare del computer.
Nel secondo capitolo si vogliono approfondire le possibilità tecnologiche che sono a disposizione di chi scelga di programmare mirando all’esecuzione in un browser e di svincolarsi da un sistema operativo proprietario: si fa una breve introduzione ad Internet e all’HTML, si analizza poi l’evoluzione dei browser, dei linguaggi del WEB e delle tecnologie introdotte da Acrobat, Macromedia, Microsoft e Sun, nonché delle tecnologie di streaming per la trasmissione remota di filmati. Attraverso un’attenta programmazione è possibile ricreare sul computer dell’allievo l’interfaccia del programma da imparare. I programmi di autoaddestramento che si intende esaminare permettono l’integrazione fra il momento dell’addestramento e quello della messa in pratica di quanto appreso. Il fenomeno Internet ha dato luogo a nuove tecnologie che, attraverso evoluzioni dell’ipertesto, hanno permesso lo sviluppo di software di autoaddestramento.
Nel terzo capitolo si approfondiscono i fattori critici di un corso fruibile attraverso il computer. Si considerano quindi le barriere informatiche , i problemi dell’usabilità e dell’accessibilità, il ruolo svolto dal coinvolgimento e dalla motivazione dell’utente di un corso e-learning.
Nel quarto capitolo si parla della certificazione ECDL, e della certificazione MOUS. Oggi è sempre più sentita la necessità di una qualificazione che consenta a chiunque, indipendentemente dalla sua formazione di base, di essere parte della Società dell’Informazione. A tale esigenza rispondono, con criteri differenti, l’AICA e Microsoft con due certificazioni distinte.
Nel quinto capitolo si procede alla valutazione dei corsi per l’autoaddestramento rispondenti ai criteri prima indicati. Si intende confrontare le caratteristiche di questi corsi per poter suggerire un criterio di scelta fra gli stessi.
Il lavoro si conclude con un quadro sui corsi di autoaddestramento, che mirano a raggiungere un livello di conoscenze informatiche di base, tenendo presente le considerazioni maturate sull’e-learning e sulle tecnologie attuali.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 5 - PREFAZIONE

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Emiliano Menchetti Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 410 click dal 19/09/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.