Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La bancarotta societaria

La tesi affronta il tema della bancarotta societaria nel quadro dei reati societari e fallimentari come riformati dal dlgs. 61/2002. L'analisi è incentrata sulla struttura del nuovo reato e presenta un approfondito raffronto con la vecchia norma, con riferimento anche ai reati societari presupposto. E' dedicato ampio spazio alle varie posizioni dottrinali e ai riflessi giurisprudenziali più importanti.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. Introduzione Negli ultimi anni si avvertiva sempre di più la necessità di una disciplina diversa del diritto penale societario sia per ridurre il numero delle fattispecie di reato previste, molte delle quali trovavano scarsissima applicazione, sia per colmare vuoti, che traevano origine da nuovi bisogni di tutela. La riforma ha preso le mosse dal noto “schema di disegno di legge delega per la riforma del diritto societario”, predisposto in data 15 febbraio 2000 dalla Commissione di studio istituita nel 1998 dall’allora Ministro di Grazia e Giustizia Giovanni Maria Flick. 1 Dopo le elezioni del 2001, con l'avvento del secondo governo Berlusconi, il legislatore ha ritenuto di intervenire in maniera drastica, sia pure nel segno dell'aderenza al c.d. Progetto Mirone, che veniva discusso in precedenza, realizzando così una situazione normativa diversa, sfociata poi nella legge delega n. 366 del 3 ottobre 2001 per la riforma del diritto societario e in particolare l’art.11 della medesima, che demandava al Governo di riformare la disciplina degli illeciti penali ed amministrativi commessi nell'ambito delle attività delle società commerciali. 2 Questa specifica parte della delega è stata realizzata con d.lgs. 11 aprile 2002, n.61 (in G.U. 15 aprile 2002, n. 88). L'attuazione della residua parte della legge delega è avvenuta poi in coincidenza con l'organica riforma della disciplina delle società di capitali e delle società cooperative (d.lgs. 17 gennaio 2003, n.6), e con la definizione dei procedimenti in materia di diritto societario, nonché in materia bancaria e creditizia (d.lgs. 17 gennaio 2003, n. 5). 1 Sul punto si veda CRESPI, Le false comunicazioni sociali: una riforma fallita, in Riv Soc., 2001, pag.1345; notizie anche in MUSCO, I nuovi reati societari, Milano, 2002, pag.2. 2 V. Autori citati nella precedente nota. 2

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Nicola Boggiano Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2090 click dal 21/09/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.