Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'ambiente Usenet: dinamiche di costruzione della componente comunitaria. Il caso di it.discussioni.auto

L’affermarsi dell’informatica come strumento di comunicazione parte da due dati storici che, pur essendo per sé tecnologicamente indipendenti, sono spesso assimilati nella comune definizione de “il popolo della rete”.
I due dati storici riguardano da una parte l’avvento della tecnologia Internet, che oggi viene indicato come il mondo del Web, dall’altra la nascita e l’evoluzione di un sistema di scambio di dati e di informazioni su un tema specifico che è conosciuto come newsgroup. L’affermarsi di questa seconda tecnologia ha di fatto generato un insieme estremamente vasto di comunità virtuali focalizzate su temi di ogni genere, ciascuna delle quali ha le proprie regole di condotta e che, attraverso il raffinarsi e il potenziarsi dell’infrastruttura delle reti informatiche, è passata dallo scambio di messaggi testuali alla messa in comune di informazioni più complesse come filmati, fotografie, musica e, più in generale, di qualunque forma di comunicazione che possa essere inviata attraverso una connessione alla rete.
Il presente lavoro vuole da una parte studiare il fenomeno della nascita e dello sviluppo delle comunità virtuali, partendo dal punto di vista storico e tentando una analisi delle dinamiche che stanno alla radice della formazione e dello sviluppo di una comunità virtuale indipendentemente dall’argomento attorno al quale questa si coagula. Si tenterà quindi di portare un esempio pratico, attraverso l’analisi di un gruppo specifico (it.discussioni.auto) a cui si cercherà di applicare le categorie generali esposte.
Il lavoro tenterà inoltre di analizzare il caso pratico su basi statistiche, individuando una serie di indicatori generali che descrivano alcuni degli elementi considerati chiave per la descrizione delle dinamiche interne alla comunità virtuale ed applicandoli ad esso.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. Introduzione. In verità si è soliti dire che un potere superiore può privarci della libertà di parlare o di scrivere, ma non di pensare. Ma quanto, e quanto correttamente penseremmo, se non pensassimo per così dire in comune con altri cui comunichiamo i nostri pensieri, e che ci comunicano i loro? Quindi si può ben dire che quel potere esterno che strappa la libertà di comunicare pubblicamente i propri pensieri lo priva anche della libertà di pensare… Immanuel Kant L’affermarsi dell’informatica come strumento di comunicazione parte da due dati storici che, pur essendo per sé tecnologicamente indipendenti, sono spesso assimilati nella comune dizione “il popolo della rete”. I due dati storici riguardano da una parte l’avvento della tecnologia Internet, che oggi viene indicato come il mondo del Web, dall’altra la nascita e l’evoluzione di un sistema di scambio di dati e di informazioni su un tema specifico che è conosciuto come newsgroup. L’affermarsi di questa seconda tecnologia ha di fatto generato un insieme estremamente vasto di comunità virtuali focalizzate su temi di ogni genere, ciascuna delle quali ha le proprie regole di condotta e che, attraverso il raffinarsi e il potenziarsi dell’infrastruttura delle reti informatiche, è passata dallo scambio di messaggi testuali alla messa in comune di informazioni più complesse come filmati, fotografie, musica e, più in generale, di qualunque forma di comunicazione che possa essere inviata attraverso una connessione alla rete. 4

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Daniele Leonardi Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 605 click dal 24/09/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.