Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie competitive nel settore delle public utilities: il caso Acea

Questa tesi approfondisce la liberalizzazione del settore delle publics utilitiese nello specifico il caso ACEA

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La comunità Europea ritiene che i servizi pubblici economici, sono di fondamentale importanza per lo sviluppo del modello europeo di società. Tale importanza, è stata ribadita attraverso la comunicazione della commissione del 20-09-2000, in cui si sostiene la centralità di un’azione, da parte della Comunità e delle autorità pubbliche, a livello nazionale, regionale e locale, atta a raggiungere l’efficienza dei servizi, e realizzare un mercato unico improntato al dinamismo e alla competitività. Nel nostro Paese, i servizi pubblici nella loro totalità sono stati caratterizzati più di ogni altro settore da un massiccio intervento statale e dalla presenza di situazioni di monopolio, sia a livello nazionale che in quello locale, nonché dalla sussistenza di diritti esclusivi e privilegi, ma da dieci anni a questa parte, sono intervenute profonde modificazioni, che hanno interessato, da un lato, la struttura delle imprese pubbliche (privatizzazione formale e sostanziale), e dall’altro la struttura dei mercati (liberalizzazione dei mercati). Inizialmente lo Stato, spinto dal contingente motivo di risanamento del deficit pubblico, ha avviato un vasto processo di privatizzazione delle imprese pubbliche statali, mentre solo successivamente, sulla spinta comunitaria, sono stati aperti alla concorrenza importanti settori come elettricità, gas, trasporti,servizi idrici, telecomunicazioni. Anche la realtà dei servizi pubblici locali, benché dominata da situazioni di monopolio ben radicate, ha conosciuto una parziale apertura dei mercati. Le riforme che hanno interessato il settore dell’energia , il servizio idrico, sono accomunate sostanzialmente da obiettivi e strumenti, che consistono nella necessità di definire il livello dei servizi in grado di soddisfare la domanda dei cittadini, promuovere la qualità dei servizi, introducendo regole per la concorrenza nella loro gestione. 4

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Fabio Cesaretti Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2338 click dal 26/09/2007.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.