Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il brand name italiano nel mercato cinese

Come un'azienda italiana può presentarsi sul mercato cinese trasformando la propria denominazione o ragione sociale in lingua cinese.
Un'attenta analisi e ricerca di ideogrammi che abbiano un forte valore semantico o una anologia fonetica.

Mostra/Nascondi contenuto.
iIntroduzione Lo scopo del mio elaborato è analizzare la trasformazione virtuale in lingua cinese dei loghi di alcune ditte italiane, in altre parole, come i marchi delle suddette aziende potrebbero presentarsi sul mercato cinese. Per cercare di comunicare efficacemente su un mercato estero è importante capire quali siano le differenti esigenze delle popolazioni, della loro cultura e il loro modo di fare branding. Nei Paesi asiatici, il modo di fare branding è diverso: a differenza dell’Occidente, che si basa sul modello di appropriazione dell’oggetto, in Oriente il branding funziona secondo il modello di fedeltà 1 . Oggi questi due modelli sono diventati complementari: da un lato, importanti multinazionali occidentali hanno assimilato il modello orientale e tendono a mostrare di più il proprio volto attraverso il proprio nome sui prodotti (una sorta di timbro di garanzia). Dall’altro lato, le imprese orientali si stanno occidentalizzando, manifestando la necessità di sottolineare il binomio marca- prodotto. Tuttavia molte aziende considerano importante la creazione di un’immagine unica per un brand globale, riconoscibile dai consumatori anche nei loro frequenti spostamenti per lavoro o per turismo. Dunque, l’obiettivo delle aziende resta individuare l’essenza della marca, come si presenta, con quali prodotti e con quali messaggi. L’evento ispiratore della scelta di questo argomento come prova finale è stato il mio viaggio in Cina. Il Paese di Mezzo è la principale realtà economica di 1 J. N. Kapfer, Les marques à l’épreuve de la pratique, p. 16, nota citata in, G. Fabris, L. Minestroni, “Valore e Valori della Marca”, p. 175, Milano: Franco Angeli, 2006.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Ciro Cristiano Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3302 click dal 27/09/2007.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.