Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un’analisi organizzativa dei processi di benchmarking nella Pubblica Amministrazione

Un'analisi dal punto di vista dei processi di organizzazione aziendale e delle procedure organizzative svolte attraverso le tecniche di bechmarking. L'analisi viene svolta applicata al caso della Pubblica Amministrazione, analizzando il caso specifico di ricerca di una iniziativa di benchmarking promossa all'interno dell'INPS.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Il cattivo governo e il malfunzionamento degli organi della Pubblica Amministrazio- ne è divenuto quasi un fenomeno di costume, una sorta di “modo di fare” tipicamente italiano al quale si rischia pericolosamente di abituarsi. Spesso, a volte con superfi- cialità, si attribuisce al comparto pubblico una cronica incapacità di soddisfare i bi- sogni e rispondere alle esigenze dei cittadini, di relazionarsi positivamente agli stes- si. Svolgere adempimenti burocratici appare, spesso a ragione, un onere insostenibi- le, fatto di lunghe ed interminabili file agli sportelli, incomunicabilità con gli addetti, continui rimandi a responsabilità altrui. Una trafila di corridoi, uffici sovraffollati, impiegati oberati di richieste, che contribuisce a creare una situazione insostenibile tanto per gli utenti quanto per i funzionari. Malgrado le sue carenze, la Pubblica Amministrazione costituisce, in ogni caso, par- te integrante della vita di ogni cittadino: il contatto con essa è inevitabile. Che si progetti e si implementi un cambiamento per ovviare a tali disservizi diviene una que- stione di rilevanza fondamentale e alla quale bisogna prestare molta attenzione, in quanto ci riguarda tutti molto da vicino: migliorare i servizi offerti dagli Enti Pubbli- ci può significare migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini. Per questo motivo ho scelto, come oggetto dello studio di seguito esposto, di indagare le modalità di in- dagine e rilevazione delle criticità e di implementazione del cambiamento nella PA: per capire cosa e come (e se!) una modifica di tale condizione sia possibile. Nel corso delle ricerche effettuate per la redazione del qui presente elaborato ho po- tuto costatare che parte delle negative affermazioni riportate è frutto di pregiudizi, a volte retaggio del passato. Se è vero che la condizione della PA italiana è una delle peggiori in Europa è pur vero che non siamo di fronte ad un immobilismo ma, al con- trario, di fronte ad una seria riorganizzazione amministrativa. Riorganizzazione che ha come obiettivo la risoluzione dei problemi suesposti attraverso un approccio che, tra l’altro, prevede l’adozione delle più avanzate tecniche manageriali e il contributo dei più qualificati esperti nazionali ed internazionali. Tendenza, quest’ultima, che trova riscontro nel caso presentato ed analizzato nel prosieguo della trattazione, relativo all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale. In esso si rileva l’utilizzo di tecniche di benchmarking al fine di promuovere consape- volmente un adeguato cambiamento, in linea con il sempre più diffuso utilizzo della metodologia di raffronto del benchmarking nella PA. Sempre più spesso le tecniche sperimentate nel mondo aziendale per implementare il miglioramento e il cambia-

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Antonio Giordano Contatta »

Composta da 152 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3502 click dal 27/09/2007.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.