Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Storia dei Rapporti tra Stato e Chiesa in Albania 1920-1939

Nel 1922 incomincia la triste dittatura di Zog. Ahmet Zogolli (questo è il vero nome) che per molti anni dominò la scena politica albanese, era in origine soltanto il capo di un clan. Nel 1924 un ecclesiastico, un prete ortodosso, Fan Noli, tenta un governo liberal-democratico, ma gli interessi delle potenze straniere, compresa l’Italia, e dei grandi proprietari terrieri vanno in altro senso e, nello stesso 1924, Fan Noli è costretto all’esilio e ritorna Zog, che nel 1928 si proclama re d’Albania.
Zog arrivato al potere col favore del governo asburgico, sostenuto dalla politica italiana si mosse abilmente tra dispotismo orientale e dottrine politiche occidentali. Amicizia e collaborazione tra Italia e re Zog si allargano. Il regno di Zog mantenne l’Albania nell’arretratezza, nell’ignoranza, nel degrado, fino all’invasione italiana del 7 aprile 1939. Un’invasione preparata da tempo nell’opinione pubblica con una propaganda che presentava l’Albania come un paese da “proteggere”. L’occupazione dell’Albania avviene complessivamente in modo pacifico. Già cinque giorni dopo il Re d’Italia Vittorio Emanuele III è proclamato re d’Albania.
La piccola comunità cattolica albanese era dunque traversata da divisioni e protagonismi. Tuttavia i cattolici albanesi possedevano un’unità di fronte ai cattolici che solo le drammatiche vicende storiche dell’essere stati minoranza lungamente oppressa possono spiegare.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 CAPITOLO PRIMO

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Drinalda Hoxha Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1914 click dal 09/10/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.