Skip to content

Oltre il consenso informato: la Patient Centred Medicine

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Borsari
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Comunicazione Pubblica, Sociale e d'Impresa
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Claudio Rosati
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

E’ innegabile che i progressi della medicina moderna hanno permesso di curare malattie un tempo considerate incurabili. D’altro canti si assiste al diffondersi di nuove patologie croniche, spesso neoplastiche e neurodegenerative, che sono perlopiù legate ai nuovi stili di vita o a problemi di alimentazione.
Il paziente affetto da uno di queste malattie deve spesso seguire complessi protocolli terapeutici ai quali partecipano numerosi medici specialisti; questo rende il percorso di cura frammentato e talvolta spersonalizzato.
Assistiamo ad uno scontro tra l’Ospedale che offre terapie burocratizzate, in un contesto di “consenso informato” realizzato mediante la produzione di informative e la compilazione di moduli, ed il paziente che rimane solo con la sua malattia di fronte alla scelta di una terapia. Nasce l’esigenza di un nuovo modello di medicina che curi il malato in termini di malessere/benessere (illness/wellness) piuttosto che la malattia (disease).
E’ quindi necessario uscire da un’ottica di medicina paternalistica (secondo la quale il dottore è l’unico a sapere cos’è “bene” per il paziente e può decidere per lui), arretrare da una posizione prettamente autonomista (un autodeterminismo che può sfociare nell’eutanasia o nel suicidio assistito) per trovare un approccio fondato sulla comunicazione e su una relazione in cui vengono negoziati i ruoli e i valori del medico e del paziente.
Per questo è importante che il medico innanzitutto percepisca l’importanza di avere una relazione con il paziente ed impari come farlo: si tratta di adottare un nuovo modello di medicina che sia centrato sul paziente.
Questo nuovo concetto è stato ufficialmente introdotto nelle Università Italiane con la riforma del 1999. Per verificare se effettivamente è stato recepito dai singoli corsi di laurea, ho analizzato i piani di studio di tutti i Corsi di Laurea a ciclo unico in Medicina e Chirurgia delle università italiane: su 40 corsi solamente 22 hanno introdotto delle materie di studio relative alla questione etica della relazione medico-paziente. Di questi, solamente 5 introducono la materia dopo le prime esperienze pratiche, occasione che ritengo migliore in quanto lo studente ha avuto modo di conoscere la realtà clinica e può apprezzare meglio le problematiche.
In conclusione, sembra che la formazione universitaria non sia sufficiente ad sensibilizzare il medico sull’importanza di adottare una medicina centrata sul paziente. E’ quindi necessario che gli istituti sanitari organizzino corsi dedicati. Prima di tutto, però, è fondamentale che siano gli operatori sanitari a percepire l’esigenza di costruire una relazione genuina con il malato, in particolare coloro che sono a contatto con realtà croniche, neurodegenerative, neoplastiche o terminali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Prefazione E’ innegabile che la medicina moderna è caratterizzata da uno sviluppo tecnologico in particolare nel campo della diagnosi e nella cura delle malattie. I progressi biomedici unitamente alle biotecnologie avanzate applicate alle neuroscienze hanno per- messo il conseguimento di risultati tangibili, cambiando volto al- la ricerca ed alla pratica medica mondiale degli ultimi anni. E’ proprio grazie ad essi che numerose malattie non costituiscono più quello spettro di patologie invalidanti che l’immaginario col- lettivo si raffigurava solo pochi anni or sono. Ritengo opportuno sottolineare che l’atto medico é sì un atto tecnico e scientifico, ma non si esaurisce con la somministra- zione di una terapia o la cura della malattia. In ciò che viene definito il percorso terapeutico ci sono due atto- ri: il medico ed il paziente. Nel tempo il rapporto tra i due è con- siderevolmente mutato: se in principio vigeva una forma di pa- ternalismo, secondo cui solo il medico era in grado di sapere cosa fosse bene per il paziente, nel corso del ‘900 si è afferma- ta l’idea (prevalentemente nel mondo anglosassone) che il pa- ziente debba compiere le scelte terapeutiche in totale autono- mia. In un’ottica autodeterministica il medico è portato a con- centrarsi sugli aspetti strumentali e scientifici e su una medicina centrata sulla malattia e sui risultati (Disease Centred e Eviden- ce Based Medicine), fino a perdere di vista la persona ammala- ta. Negli ultimi dieci anni, però, si sta rilevando un’inversione di tendenza: nella professione medica entrano a pieno titolo me- dia, internet, avvocati e magistrati che rendono il processo di cura, sebbene burocratizzato, più consapevole e centrato sulla persona.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bioetica
biomedico
biosanitaria
bowlby
centred
comunicazione
dottore
etica
infermiere
malattia
medicina
medicine
medico
medico-paziente
modello
oncologia
oriented
patient
patient centered
patient centred
patient oriented
paziente
rapporto
relazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi