Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Caratterizzazione delle specie ittiche di basso valore commerciale del Golfo di Manfredonia

La Regione Puglia con i suoi 769 km di costa è sicuramente una terra vocata allo sviluppo delle attività legate al mare, sostanzialmente pesca e trasformazione dei suoi prodotti. In particolare la zona del Gargano, grazie alla grande estensione del golfo di Manfredonia, viene ampiamente sfruttata per la pesca di una grande varietà di prodotti ittici.Sarebbe una grande innovazione per il settore ittico dauno riuscire a caratterizzare a livello nutrizionale il pescato di basso valore commerciale, tipico del Golfo di Manfredonia, poiché valorizzando i prodotti del territorio, è possibile rilanciare l’economia ittica locale.
Alla luce di ciò la mia tesi si inserisce nel progetto di ricerca di caratterizzazione nutrizionale del lanzardo, del nasello, del cefalo e dello sgombro, provenienti dal Golfo di Manfredonia, con particolare riguardo alla determinazione della composizione in proteine e in grassi, prestando attenzione alla caratterizzazione degli acidi grassi delle quattro specie.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 PREMESSA La Regione Puglia con i suoi 769 km di costa Ł sicuramente una terra vocata allo sviluppo delle attivit legate al mare, sostanzialmente pesca e trasformazione dei suoi prodotti. In particolare la zona del Gargano, grazie alla grande estensione del golfo di Manfredonia, viene ampiamente sfruttata per la pesca di una grande variet di pro dotti ittici. Sarebbe una grande innovazione per il settore ittico dauno riuscire a caratterizzare a livello nutrizionale il pescato di basso valore commerciale,

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze e Tecnologie

Autore: Luca Pietrasanta Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1803 click dal 04/10/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.