Skip to content

Ricerche intorno a Filippo Massini

Informazioni tesi

  Autore: Lorenzo Sacchini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filologia moderna
  Relatore: Eraldo Bellini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 248

La tesi si premura di fare luce intorno alla produzione trattatistica e poetica di Filippo Massini, autore poco noto sinora nel contesto letterario culturale a cavallo tra Cinquecento e Seicento, ma al tempo molto stimato, corrispondente di Marino e Tasso. Dalla lezione di Dionisotti che pretende di cogliere sul posto (geografico) l'operato dei sigoli autori nasce il desiderio di studiare Filippo Massini, non a caso definito da Quinto Marini come un personaggio chiave della cultura pavese a cavallo dei due secoli. Oltre alla biografia sull'autore, nella tesi si propone l'analisi delle sue lezioni accademiche e della sua più importante opera poetica, ossia le Rime del 1609. Si è fatto molta attenzione alle 'moderne' evoluzioni di categorie critiche quali barocco e manierismo e al rapporto che intercorre tra poesia e arti figurative. Inoltre la vita e l'esperienza poetica di Massini non sono coglibili senza continui riferimenti al mondo delle accademie a Perugia e a Pavia.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Capitolo I: La vita di Massini 1.1 Formazione  Filippo Massini, «di pronto ed acuto ingegno, di grato e signorile aspetto, nonostante il difetto che ne rendeva irregolare l’andatura, amante delle conversazioni piacevoli e della bella società», nacque a Perugia il primo maggio del 1559, da una famiglia appartenente al patriziato 1 . Nella descrizione offertaci da Alfredo Massini, autore dell’unica monografia novecentesca sul giureconsulto umbro, il poeta perugino viene ritratto nelle sue vesti ufficiali di accademico e professore universitario. Letterato e giurista, visse per tutta la sua vita alternando la sua attività di scrittore con il suo lavoro di uomo di leggi. La sua casa natale si trovava in un suggestivo angolo all’ombra della torre degli Sciri, nel Rione di Porta Santa Susanna, che deve il suo nome all’antica chiesa omonima situata dove oggi è presente San Francesco al Prato 2 . La famiglia sembra aver avuto origine nel XIII secolo da un certo Benvenuto Massini, padre di Vannuccio, il cui figlio Filippo, da cui prese avvio la stirpe, è il primo a fregiarsi del nome portato dal nostro autore 3 . Dei nobili genitori, Innocenzo e Ludovica Carbonchi, abbiamo solo la testimonianza della loro esistenza, cui si deve aggiungere una canzone dedicata dal figlio poeta alla madre da poco scomparsa. Massini, nell’atmosfera commossa del 1 A. MASSINI, Filippo Massini giureconsulto e poeta, Perugia, Guerra, 1939, p. 39. Più icasticamente, l’Oldoini (in Athenaeum Augustum in quo Perusinorum scripta publice exponuntur, Perugia, Ciani e Desideri, 1678, p. 286), lo definirà «pede claudus, sed ingenio clarus». Il volenteroso lavoro di Alfredo Massini, ancora imprescindibile per chi volesse indagare la figura del giureconsulto perugino, appare, per molti versi ormai superato, e tanto più, come afferma Fanelli, «molto confuso e lacunoso» (G. FANELLI, Introduzione, in MASSINI, Il madrigale, a c. di G. FANELLI, Urbino, Argalìa, 1986, pp. 5-29: 8n). 2 Di grande interesse la descrizione della chiesa fornita nella contemporanea opera di Cesare Crispolti, storico perugino: Raccolta delle cose segnalate di Cesare Crispolti. La più antica guida di Perugia (1597), a c. di L. TEZA, Firenze Olschki, 2001, pp. 96-99. 3 MASSINI, Filippo Massini giureconsulto e poeta, p. 43; V. MASSINI, La famiglia Massini, Perugia, Militi, 1996, p. 7.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

accademia
barocco
filippo
manierismo
marino
massini
pavia
perugia
rime
tasso

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi