Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valutazione delle politiche di incentivazione del trasporto aereo low cost

Questa tesi è stata molto apprezzata dalla commisione in sede di laurea, per lo stretto rapporto con la realtà dell'analisi economica e per l'originalità del metodo utilizzato, raggiungendo nella valutazione il massimo dei voti.
In questo elaborato viene effettuata un’attenta analisi valutativa e descrittiva, dal punto di vista prettamente economico-territoriale, del segmento di mercato low cost del trasporto aereo, utilizzando gli strumenti tipici delle scienze economiche e statistiche. Il segmento low cost viene analizzato nelle sue peculiarità rispetto al resto del mercato, per il suo impatto nel mercato del trasporto aereo e per gli effetti relazionali con il territorio e il turismo, con lo scopo di effettuare una valutazione di tutte quelle politiche pubbliche che negli ultimi anni hanno incentivato il segmento low cost. Essa si avvale della colloborazione di funzionari pubblici e responsabili Enac che oltre ad aver apportato un aiuto informativo sopratutto sulle normative disciplinanti il settore(trattate nella tesi), hanno dato la loro disponibilità nel fornire tutti i dati sul settore low cost per ogni aeroporto necessari per l'analisi, che gode di numerose rappresentazioni grafiche.
Dopo una presentazione del lavoro con una introduzione sul concetto di valutazione, la tesi è strutturata in due parti.
Nella prima parte viene effettuata un’analisi descrittiva e grafica del fenomeno low cost, riportando tutte le informazioni aziendali ed economiche sulle politiche di prodotto e di marketing che sono riuscito ad acquisire grazie ad interviste telefoniche a responsabili del settore e alla consultazione di ciò che la letteratura offre sull’argomento. Viene approfondita la deregolamentazione nel trasporto aereo come il processo o quella politica che ha permesso la genesi del fenomeno delle compagnie low cost incentivando il suo sviluppo; in tal senso si analizzerà l’esperienza statunitense ed europea con particolare attenzione alla situazione italiana post-deregolamentazionee e alle politiche attuate dai vettori tradizionali per far fronte al nuovo assetto di mercato; naturalmente verranno messe in evidenza le caratteristiche aziendali e le strategiche delle compagnie aeree low cost analizzando gli effetti che hanno provocato nel settore (in particolar modo sui prezzi e sull’offerta) e nella gestione aeroportuale.
Nella seconda parte si effettua un'analisi econometrica della domanda low cost, attraverso strumenti di trattazione di dati panel, raggiungendo delle conclusioni che evidenziano le dipendenze tra le variabili del traffico aereo low cost con variabili di tipo territoriali (popolazione, valore aggiunto, indice di turisticità del bacino d'utenza aeroportuale) analizzando quale di esse hanno avuto maggiore influenza nello stimolare la domanda low cost. A questo fine viene effettuata un’elaborazione di queste variabili con la costruzione dei bacini di utenza potenziali di ogni aeroporto e attraverso l’applicazione dell’indice gravitazionale di Reilly.
Si valutano gli effetti dell'offerta low cost sul turismo regionale (attraverso stime di coefficienti di regressione multipla) e sulle strutture aeroportuali giustificando o no le politiche pubbliche di incentivazione avviate negli ultimi anni dai governi regionali; infine nell’ultimo capitolo si fa un riferimento alle politiche pubbliche dirette e indirette di incentivazione del traffico low cost degli ultimi anni, in particolare agli aiuti di stato per progetti di co-marketing e al criterio di assegnazione degli slot alle compagnie aeree da parte degli aeroporti, valutando, attraverso un’analisi grafica dei dati forniti dall’Enac, in che misura negli ultimi anni c'è stato negli aeroporti una concentrazione del mercato o l'entarta di nuovi vettori low cost e non low cost.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 VALUTAZIONE DELLE POLITICHE DI INCENTIVAZIONE DEL TRASPORTO AEREO LOW COST Presentazione Alla fine del mio percorso formativo universitario ho creduto che sia fondamentale per uno studente mettere alla luce almeno una piccola partizione di quella conoscenza pratica, teorica e semiotica appresa, che sia più rappresentativa di ciò che è stato e che sarà oggetto di maggiore attenzione e di maggiore approfondimento. In questo concentrato cartaceo, infatti, metto in risalto un argomento che attraverso le capacità e gli strumenti acquisiti viene finalizzato a ciò che è il basilare unificatore degli studi effettuati: la valutazione. Il termine valutazione è carico di un tale fardello di significati che uno ha l’impressione di avere a che fare più con una suggestione che con una metodologia, rendendo difficile la comprensione dei suoi aspetti sostanziali se non si fanno ulteriori specificazioni1. Nel nostro caso, col termine valutazione possiamo intendere un processo di messa a conoscenza, svolto in maniera intenzionale, orientato alla costruzione di un supporto informativo coerente volto ad esprimere, attraverso strumenti tipici delle scienze sociali, un giudizio relativo ad un sistema di effetti-obiettivi. Questa definizione la posso considerare come la più esaustiva in quanto considera la valutazione come un 1 R. Pawson and N. Tilley, 1997 Created with novaPDF Printer (www.novaPDF.com). Please register to remove this message.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Aurelio Lupo Contatta »

Composta da 148 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3093 click dal 16/10/2007.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.