Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il finanziamento all'istruzione universitaria: il modello dei quasi-mercati e analisi comparativa a livello europeo

Questo lavoro vuole proporsi come analisi e comparazione del modello organizzativo del finanziamento all'istruzione universitaria nei diversi paesi europei. In particolare sono stati individuato tre modelli di welfare – liberale, corporativo e socialdemocratico – con riferimento ai quali vengono evidenziate le caratteristiche peculiari dei rispettivi sistemi di istruzione universitaria.
Nella prima parte dello studio presenteremo un'analisi a livello teorico del bene-istruzione, individuandone le caratteristiche essenziali, le sue ragioni d'esistere e il ruolo dello Stato (e quindi le motivazioni per l’intervento pubblico); illustreremo infine alcune modalità di intervento pubblico.
Nella seconda parte invece delineeremo una nuova configurazione che sta prendendo piede negli ultimi tempi, a seguito delle recenti riforme in materia, ovvero l'approccio al finanziamento dell’istruzione universitaria basato sui cosiddetti quasi-mercati . Verrà condotto un lavoro di comparazione fra Paesi che presentano profili simili, in termini di spesa pubblica e numero di studenti iscritti, al fine di evidenziare come viene affrontato ed implementato il finanziamento all’istruzione universitaria, in presenza o meno di elementi caratteristici del modello dei quasi-mercati.
In generale, il lavoro evidenzia una tendenza verso forme di concorrenza amministrata, in cui lo Stato svolge un ruolo di finanziatore del sistema e di regolatore della qualità e dei prezzi dei corsi di studio offerti, in controtendenza a quanto succedeva tradizionalmente, quando lo Stato copriva anche il ruolo di produttore dei servizi stessi. Emergono tuttavia differenze, per ciò che riguarda il grado di autonomia delle istituzioni universitarie e le caratteristiche dell'intervento di regolazione da parte del settore pubblico.

Mostra/Nascondi contenuto.
Sommario Questo lavoro vuole proporsi come analisi e comparazione del modello organizzativo del finanziamento all'istruzione universitaria nei diversi paesi europei. In particolare sono stati individuato tre modelli di welfare – liberale, corporativo e socialdemocratico – con riferimento ai quali vengono evidenziate le caratteristiche peculiari dei rispettivi sistemi di istruzione universitaria. Nella prima parte dello studio presenteremo un'analisi a livello teorico del bene-istruzione, individuandone le caratteristiche essenziali, le sue ragioni d'esistere e il ruolo dello Stato (e quindi le motivazioni per l’intervento pubblico); illustreremo infine alcune modalità di intervento pubblico. Nella seconda parte invece delineeremo una nuova configurazione che sta prendendo piede negli ultimi tempi, a seguito delle recenti riforme in materia, ovvero l'approccio al finanziamento dell’istruzione universitaria basato sui cosiddetti quasi-mercati 1 . Verrà condotto un lavoro di comparazione fra Paesi che presentano profili simili, in termini di spesa pubblica e numero di studenti iscritti, al fine di evidenziare come viene affrontato ed implementato il finanziamento all’istruzione universitaria, in presenza o meno di elementi caratteristici del modello dei quasi-mercati. In generale, il lavoro evidenzia una tendenza verso forme di concorrenza amministrata, in cui lo Stato svolge un ruolo di finanziatore del sistema e di regolatore della qualità e dei prezzi dei corsi di studio offerti, in controtendenza a quanto succedeva tradizionalmente, quando lo Stato copriva anche il ruolo di produttore dei servizi stessi. Emergono tuttavia differenze, per ciò che riguarda il grado di autonomia delle istituzioni universitarie e le caratteristiche dell'intervento di regolazione da parte del settore pubblico. 1 le relative caratteristiche sono state definite da Bartlett e Le Grand [1993] 4

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Michela Remondino Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1164 click dal 12/10/2007.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.