Skip to content

Misure di RSSI per la pianificazione di reti di sensori radio

Informazioni tesi

  Autore: Teodoro Pizzolante
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Telecomunicazioni
  Relatore: Andrea Conti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 68

L’attività presentata in questa dissertazione rientra nell’ambito del progetto VICom (Virtual Immersive Communications), un progetto FIRB (Fondo Italiano per la Ricerca di Base), finanziato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), che è iniziato nel novembre 2002 ed ha durata di tre anni. Ad esso partecipano attivamente lo IEIIT-BO/CNR (Istituto di Elettronica e di Ingegneria dell’Informazione e delle Telecomunicazioni del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Sezione di Bologna), alcune sedi universitarie del CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni), ed enti quali Telecom Italia Learning Services e l’Istituto Superiore delle Comunicazioni. Il progetto VICom mira ad investigare le tecnologie abilitanti per servizi di Telepresenza Immersiva Virtuale che si appoggino su reti integrate di diversa natura, quali le reti di sensori radio, le reti ad hoc e le reti radiomobili 2.5G e 3G. Il VIT (Virtual Immersive Telepresence) consiste nell’insieme delle tecniche che permettono all’utente di interagire con l’ambiente e con gli altri utenti, al fine di ottenere informazioni dal contesto, scambiare dati rilevanti e accedere a vari tipi di servizi che accrescono le capacità sensoriali.
Il mio contributo allo studio effettuato da IEIIT – BO/CNR si inquadra nell’ambito dell’utilizzo di reti di sensori radio per la rilevazione di dati di posizione e riguarda le misure di potenza ricevuta per la pianificazione e la progettazione di reti di sensori radio (Wireless Sensor Network ). Le WSN sono un insieme di nodi wireless (ad esempio PC,PDA, …) in grado di rilevare i parametri di contesto (ad esempio lalocalizzazione) e di trasferirli anche in assenza di infrastruttura (modalità ad hoc). I dispositivi coinvolti sono radiosensori Mote di tipo Mica2 e Mica2dot a 433 MHz prodotti dalla Crossbow, mentre il software di gestione è un sistema operativo dedicato, il TinyOS, sviluppato dall’Università di Berkeley in California. L’idea è quella di testare il comportamento di tali nodi sensore in ambienti indoor, verificare come reagiscono agli ostacoli più comuni che caratterizzano tali ambienti ( presenza di persone, arredamenti, ...) ed agli effetti della propagazione multipercorso, per fornire un quadro generale di affidabilità dei Mote e definire i parametri sui quali è possibile implementare un sistema di localizzazione basato sulla misura di RSSI. Alcune misure inoltre sono state confrontate con i risultati ottenuti utilizzando un simulatore di propagazione radio (RPS) che utilizza la tecnica del tracciamento dei raggi (ray-tracing), per verificarne l’effettiva utilità in fase di pianificazione della rete

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE IL PROGETTO VICom L’attività presentata in questa dissertazione rientra nell’ambito del progetto VICom (Virtual Immersive Communications), un progetto FIRB (Fondo Italiano per la Ricerca di Base), finanziato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), che è iniziato nel novembre 2002 ed ha durata di tre anni. Ad esso partecipano attivamente lo IEIIT-BO/CNR (Istituto di Elettronica e di Ingegneria dell’Informazione e delle Telecomunicazioni del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Sezione di Bologna), alcune sedi universitarie del CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni), ed enti quali Telecom Italia Learning Services e l’Istituto Superiore delle Comunicazioni. Il progetto VICom mira ad investigare le tecnologie abilitanti per servizi di Telepresenza Immersiva Virtuale che si appoggino su reti integrate di diversa natura, quali le reti di sensori radio, le reti ad hoc e le reti radiomobili 2.5G e 3G. Il VIT (Virtual Immersive Telepresence) consiste nell’insieme delle tecniche che permettono all’utente di interagire con l’ambiente e con gli altri utenti, al fine di ottenere informazioni dal contesto, scambiare dati rilevanti e accedere a vari tipi di servizi che accrescono le capacità sensoriali . Oltre a tematiche di ricerca di base ed avanzata, uno degli obbiettivi principali del progetto consiste nella realizzazione di due dimostratori di tecnologie immersive, con particolare enfasi sull’impiego di tecnologie wireless e di rete: • Dimostratore “Mobility in Immersive Environments” (MIE) per scenari intelligenti con applicazioni di guida virtuale multimediale indoor e outdoor, sia pedonale sia veicolare, in cui l’utente mobile scambia informazioni con l’ambiente; • Dimostratore “Virtual Immersive Learning” (VIL) per scenari di teledidattica e lavoro collaborativi in ambienti immersivi. Questi due scenari applicativi richiedono lo studio e l’utilizzo di tecnologie che rendano possibile il VIT, sia dal punto di vista 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bologna
indoor
ingegneria
localizzazione
mesh
mica
mica2dot
multipath
multipercorso
network
propagazione
radio
radiosensori
ray tracing
reti
rssi
sensor
sensori
telecomunicazioni
tesi
triangolazione
vicom
wireless

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi