Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e Conseil de la Concurrence a confronto

Con il lavoro svolto si è voluto analizzare in primo luogo il concetto ai AAI (Autorità amministrative indipendenti), definendo i caratteri principali, le origini e la trasmigrazione in europa di tali istituti. Successivamente si sono analizzate nel dettaglio due realtà, quella italiana e quella francese, per quanto riguarda in principal modo la tutela della concorrenza. Per capire meglio nella pratica le principali differenze si è analizzato un caso nel settore del latte per l'infanzia in cui entrambi gli organi (AGCM e Conseil de la Concurrence) hanno deciso in tempi e luoghi diversi.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Con il lavoro presentato qui di seguito si vuole proporre, in prima analisi, uno studio del concetto di “autorità amministrative indipendenti”, definendo le origini e la trasmigrazione in Europa di suddetti organismi. In un secondo momento, si andrà a trattare, nello specifico, una fattispecie di autorità indipendente italiana: l’Autorità garante della concorrenza e del mercato, che si occupa di tutelare la concorrenza, confrontandola con l’omologo francese, il “Conseil de la Concurrence”. L’obiettivo consiste nel segnalare quali siano le principali differenze e similarità fra tali organismi, in particolar modo in merito alla loro indipendenza ed autonomia; a tale scopo verrà inoltre analizzato un caso “simile”, sul quale hanno deciso entrambe le autorità indipendenti, per capire se è stato tenuto o meno il medesimo comportamento decisionale. Il lavoro si suddivide in quattro capitoletti: nel primo si cercherà di spiegare il concetto di autorità amministrativa indipendente e di indipendenza, che rappresenta l’aspetto essenziale e caratterizzante di tali entità, e dare quelle definizioni chiave che permettano di avere una visione più chiara e fluida sul tema “tutela della concorrenza e del mercato”. A tale proposito si tratteranno concetti quali intese, concentrazioni, abuso di posizione dominante e pubblicità ingannevole e comparativa. Nel secondo capitolo si vuole effettuare una sorta di premessa alla parte centrale del lavoro, spiegando brevemente le origini ed i motivi che hanno fatto emergere le AAI, e le ragioni che hanno spinto gli Stati a delegare, a tali autorità, dei poteri regolatori. Verranno inoltre poste a confronto le AAI italiane e quelle francesi, individuando le caratteristiche emblematiche che permettono loro di distinguersi dagli altri organi amministrativi. Il terzo capitolo rappresenta il fulcro della tesi e mira a capire quali siano le differenze fondamentali, le somiglianze, i “pro” ed i “contro” di due specifiche AAI, ponendone a confronto gli aspetti più rilevanti (l’organizzazione, i compiti, gli obiettivi, le responsabilità, i rapporti con il Governo e con le altre istituzioni statali, l’autonomia finanziaria e contabile, i regolamenti interni, le attribuzioni a livello comunitario e l’iter di svolgimento delle procedure) e descrivendone le evoluzioni storiche. Si fa riferimento, come già segnalato, all’Autorità antitrust italiana (Agcm) e al “Conseil de la concurrence” francese, nell’ambito delle loro competenze in tema di a “tutela della concorrenza e del consumatore”. Nel quarto ed ultimo capitolo vengono analizzati due casi simili di intese nel settore del latte per l’infanzia, sui quali hanno deciso, in tempi e luoghi diversi, entrambi gli organi, al fine di capire come ciascuno di essi si sia comportato in merito alla pronuncia conclusiva e come operi concretamente. In tale capitolo verranno pertanto racchiusi alcuni aspetti molto rilevanti che rappresentano una sorta di resoconto del lavoro svolto, in quanto pongono in rilievo le particolarità delle due autorità indipendenti, già descritte nel terzo capitolo in linea teorica, e permettono di concludere la tesi, pur lasciando alcuni spazi ancora aperti alla discussione. Tale argomento di tesi è stato scelto per capire meglio cosa effettivamente siano le autorità amministrative indipendenti, di cui tanto si è discusso recentemente e delle quali si sta avendo una rapida diffusione. Non a caso questo nuovo modello di amministrazione è rientrato anche fra le questioni presenti nel recente referendum costituzionale del 25 giugno 2006, dovendosi decidere se ampliare o meno i poteri di tali autorità e se introdurne di nuove nei diversi settori economici.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Valentina Spagnuolo Contatta »

Composta da 40 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1186 click dal 23/10/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.