Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modellazione agli elementi finiti dell'interazione stent endocoronarico-arteria

La tesi affronta la tecnica Stent per la cura delle lesioni arteriosclerotiche da un punto di vista ingenieristico. Con il metodo degli elementi finiti è stata studiata l'interazione tra lo Stent e la parete del vaso arterioso. La Tesi tratta anche del comportamento meccanico delle arterie e dei problemi che si incontrano nella formulazione matematica di tale comportamento.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO 1 L’APPARATO CIRCOLATORIO Generalità e Anatomia di Cuore e Vasi Nel corso del Capitolo saranno descritte le caratteristiche generali dell'apparato circolatorio cardiovascolare. In questa descrizione di carattere generale ci viene in aiuto l'angiologia, che studia gli organi destinati alla circolazione del sangue e della linfa (liquido interstiziale tra le cellule che fa da tramite tra il sangue e le cellule stesse). Per eventuali approfondimenti si veda “Anatomia umana”, volume II.[TESTUT] 1.1 Generalità L'apparato circolatorio in cui circola il sangue è detto cardiovascolare e comprende: un organo centrale di impulso, il cuore e un sistema di canali a struttura e proprietà differenti, detti vasi, che sono. I vasi si distinguono in arterie, vene e capillari. L’apparato circolatorio è un circuito chiuso, nel quale il sangue è spinto dal cuore nelle arterie, vasi a decorso centrifugo, che, ramificandosi e riducendosi di diametro, si risolvono, all'interno degli organi, nei capillari. Da questi si costituiscono, per confluenza, le vene, vasi a decorso centripeto, che riportano il sangue al cuore. Il sangue si distingue, secondo il suo colore e le sue proprietà fisiologiche, in arterioso e venoso: il sangue arterioso è caratterizzato da un colore vermiglio ed è saturo di ossigeno e di principi nutritivi; il sangue venoso è rosso scuro, carico di acido carbonico ed è improprio alla nutrizione. Il cuore consta essenzialmente di due metà, il cuore sinistro, in cui circola sangue arterioso ed il cuore destro destinato al sangue venoso. Ciascuna di queste parti è a sua volta divisa in due parti, una superiore, l'atrio, ed una inferiore, il ventricolo. Mentre le due metà sinistre e destre sono separate, atri e ventricolo comunicano tramite valvole. La circolazione del sangue si distingue anzitutto in due circoli: la grande

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Fabio Marnini Contatta »

Composta da 86 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1953 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.