Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le inchieste congiunturali in Italia: evidenze teoriche ed empiriche

L’analisi congiunturale si è fortemente sviluppata in Italia nel corso degli ultimi anni, a testimonianza della coincidenza tra la difficoltà di prevedere e la necessità di farlo.
In particolare, si è andata consolidando una certa pratica nella conduzione delle inchieste congiunturali, basata sull’evoluzione della teoria statistica e delle tecniche adottate anche nell’ambito delle rilevazioni statistiche classiche, conferendo alle suddette inchieste un’importanza sempre maggiore.
Il presente elaborato è dedicato alle inchieste congiunturali in Italia e, in particolar modo, a quelle condotte dall’ ISAE (Istituto di Studi e Analisi Economica) il quale costituisce, senza dubbio, il principale Istituto designato alla realizzazione di un’ampia serie di inchieste congiunturali all’interno del programma armonizzato predisposto dalla Commissione Europea. Oltre alle inchieste dell’ISAE, il lavoro propone una breve rassegna di altri Istituti italiani coinvolti nella realizzazione di inchieste congiunturali, come la Banca d’Italia e l’Istituto Unioncamere.
Nella fase iniziale del lavoro si è ampiamente definito il concetto di previsione, soffermandosi sui differenti approcci previsivi, nonché sulle problematiche e gli ostacoli che inevitabilmente si incontrano nel corso dell’attività previsiva.
Nel secondo capitolo viene introdotto il concetto di analisi congiunturale, intesa come l’analisi della situazione economica di un Paese e di quella che sarà l’evoluzione della stessa nel periodo immediatamente successivo. Il capitolo sarà dedicato alle inchieste congiunturali, delineando gli aspetti salienti che caratterizzano le tecniche ed il disegno d’indagine adottati dall’ISAE.
Infine, nel terzo capitolo è stata analizzata la struttura di due fra le principali inchieste condotte dall’ISAE: l’inchiesta presso le imprese estrattive e manifatturiere, e l’inchiesta presso i consumatori. Ciò ha consentito, oltre che di comprendere appieno le modalità di raccolta delle informazioni, il disegno e le tecniche di campionamento utilizzate, di compiere un’analisi degli indicatori congiunturali che vengono prodotti in entrambe le inchieste, e che sono di fondamentale importanza al fine di stimare le aspettative di imprese e consumatori sull’andamento delle principali grandezze economiche.
Lo studio ha, inoltre, permesso un’analisi dei dati empirici risultanti dalle due inchieste in questione relativi alla rilevazione condotta dall’ISAE nel mese di Aprile 2007.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE L’informazione statistica sull’evoluzione congiunturale dei sistemi economici ha subito, nel corso degli ultimi anni, un mutamento radicale. Si è verificato, in primo luogo,un forte sviluppo dei sistemi di contabilità nazionale in grado di fornire una valutazione annuale dei risultati economici di un paese, accompagnata dalla creazione di complessi sistemi di rilevazioni statistiche a cadenza trimestrale e mensile. Un ruolo fondamentale va attribuito allo sviluppo dell’informatica e della telematica, reo di aver trasformato il funzionamento dei rapporti economici e sociali, e di aver contribuito enormemente alla crescita sia della domanda sia dell’offerta di informazione statistica. In questo quadro, la valutazione delle aspettative dei soggetti economici e la tempestività nella disponibilità dell’informazione hanno assunto un ruolo cruciale. Di conseguenza, soggetti privati hanno iniziato ad investire risorse consistenti nel tentativo di ottenere un significativo vantaggio informativo rispetto ai concorrenti, avviando autonome rilevazioni statistiche, così come molteplici società attive nel campo dell’informazione generale e finanziaria. Infine, l’affacciarsi alla ribalta internazionale di paesi emergenti, ha obbligato le autorità statistiche di tali paesi ad un forte investimento di carattere strutturale per lo sviluppo di sistemi statistici comparabili con quelli disponibili nelle economie più sviluppate. Tale impegno non sempre è stato sostenuto adeguatamente dalla disponibilità di risorse, cosicché in molti paesi è nata l’esigenza di trovare strumenti informativi a costi più accessibili, in grado di fornire indicazioni di massima sulle tendenze economiche in atto e sulle prospettive future a breve/medio termine.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Marica Coppola Rega Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 427 click dal 30/10/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.