Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il commercio elettronico: il caso Ebay

In questa tesi cercherò di fornire nella prima parte delle nozioni e definizioni sul commercio elettronico dal punto di vista giuridico, classificando e analizzando le diverse tipologie di e-business e di rapporti telematici.
Nella parte centrale, invece, l’attenzione si sposta sulle norme che disciplinano tale specifico settore: dai riferimenti codicistici alle direttive europee ed infine ai decreti legislaltivi, con un occhio critico verso alcune tematiche attuali come il problema della privacy e della tutela del consumatore.
Nell’ultimo capitolo, infine, analizzerò gli aspetti giuridici delle aste on line che rappresentano una peculiarità del commercio elettronico, soffermandomi sulle problematiche derivanti da una normativa nazionale poco chiara che disciplina tale ambito e collegandomi poi alla descrizione e analisi di un caso pratico di aste on line: eBay, che per la sua strutturazione desta (in alcuni casi) non pochi dubbi sulla sua liceità a livello operativo.


Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE << I grandi cambiamenti storici, quelli che alterano in modo radicale il modo in cui pensiamo e agiamo, si manifestano impercettibilmente nella società; fino a quando un bel giorno, all’improvviso tutto ciò che conosciamo diventa obsoleto e ci rendiamo conto di vivere in un mondo totalmente nuovo>>. (J. Rifkin, “L’era dell’accesso”) Il mondo dei rapporti giuridici, così come il mondo dei rapporti sociali e del campo della tecnica, ha subito nel corso del ventesimo secolo, in tutto il mondo e in particolare in Italia, una profonda rivoluzione, con tempi fortemente accelerati. Partendo dall’inizio del secolo, si è cominciato con la diffusione della teoria del negozio giuridico, che è poi stata contestata e successivamente riconfermata; si è avuta l’emanazione di un Codice civile, che è apparso progredito e moderno; si è giunti alla c.d. <<decodificazione>>, cioè all’individuazione di molteplici centri d’interesse, che richiedono una particolare disciplina basata su principi estranei alla codificazione; si è diffusa l’informatica con la conseguente irruzione di Internet nel mondo delle comunicazioni che ha creato la possibilità di stipulare contratti per via telematica. Al contempo, l’entrata dell’Italia nell’Unione Europea, ha aperto le porte del nostro diritto a direttive e regolamenti, norme ispirate a diversi sistemi e recanti diverse terminologie. Tutto ciò ha costretto i giuristi a rendersi conto del profondo mutamento ed a prendere contatto con le incalzanti novità.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Sandro Lorusso Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5982 click dal 06/11/2007.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.