Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Internet e diritto penale

Internet e diritto penale: tra lacune legislative, presunte o reali, panorami transnazionali, analisi de iure condito e prospettive de iure condendo.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTERNET E DIRITTO PENALE 1 INTERNET E DIRITTO PENALE: TRA LACUNE LEGISLATIVE, PRESUNTE O REALI, PANORAMI TRANSNAZIONALI, ANALISI DE IURE CONDITO E PROSPETTIVE DE IURE CONDENDO. Nadia Garrapa Cultrice di Diritto Penale CAPITOLO 1 LE REGOLE DI INTERNET. 1.1. IL TERRITORIO DI INTERNET: ORIGINI E FISIONOMIA ATTUALE. La data di nascita di Internet è il 1969, anno in cui il Dipartimento Americano della Difesa elabora il programma militare ARPANET (Advanced Research Project Agency Network) il cui obiettivo, nel clima esasperato della Guerra Fredda e della perenne “minaccia nucleare”, è quello di assicurare il controllo delle basi missilistiche anche qualora un attacco nemico danneggi parte della Rete computerizzata governativa, consentendo, in tal modo, di sferrare il contrattacco. La fisionomia di Arpanet consisteva, quindi, a quei tempi, in un sistema di computers utilizzati da esercito, fornitori della difesa ed università impegnate in ricerche nel settore militare, connessi attraverso collegamenti multipli, strutturati in modo tale da continuare a funzionare anche in caso di inoperatività di una parte della Rete 17 . All’inizio degli anni ’70 la maggior parte dei computers interconnessi non erano in grado né di inviare né di visualizzare grafici: il traffico che attraversava la Rete consisteva generalmente in messaggi di posta elettronica 18 . Ben presto, tuttavia, la natura del traffico in Rete comincia a mutare: numerose istituzioni, attratte dalle potenzialità comunicative del sistema, in particolare il mondo accademico e della ricerca scientifica, vi accedono creando un’area di interconnessione telematica, in rapida e continua espansione, che viene convertita ad usi civili. L’utenza accademica mette “in circolazione” una estrema varietà di informazioni e servizi, spesso in modo creativo e fantasioso, favorendo la nascita di “prodotti intellettuali” (e non soltanto) completamente nuovi e, al tempo stesso, potenziando gli strumenti della ricerca scientifica. 17 In tal modo la Corte degli Stati Uniti, nella Sentenza del 26 Giugno 1997, che ha dichiarato l’incostituzionalità del DECENCY ACT, descrive le origini di Internet. Tale Sentenza è stata tradotta, con nota di CUCINOTTA, su Foro It., Parte IV, 1998, pp. 2355 ss.. 18 Per una breve Storia di Internet si legga l’articolo di GLEN BANTA, L’evoluzione di Internet, pubblicato sulla Rivista “Internet News”, Maggio 1997, consultabile all’indirizzo: http://inews.tecnet.it/articoli/maggio97/primocontatto9705.html.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Nadia Garrapa Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5497 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.