Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione della sicurezza e prevenzione del rischio in contesti safety critical: un confronto tra il trasporto aereo e le industrie a rischio

Lo scopo di questa tesi, è di fornire una prospettiva sulla gestione della sicurezza nei contesti Safety Critical facendo un raffronto tra il sistema del trasporto aereo e le industrie a rischio ed evidenziando in particolare i fattori in comune, le aree critiche e gli elementi che potrebbero essere condivisi ed applicati da entrambe i settori.
Nell’ ambito dell’analisi della qualità del sistema sicurezza nel settore aeronautico verrà anche portato un case study applicato ad un’azienda del settore, con le relative considerazioni e suggerimenti.
Le direttive europee sulla sicurezza nei luoghi di lavoro hanno modificato radicalmente l'impostazione di tipo repressivo per introdurre un approccio preventivo e proattivo.
Compito che la legge assegna e', infatti, quello di analizzare le attivita' che costituiscono il proprio ciclo produttivo, individuare i pericoli per i lavoratori, eseguire conseguentemente una valutazione dei rischi, attuare misure di prevenzione sufficienti per l'eliminazione o la riduzione possibile del rischio.
Dal confronto effettuato tra il sistema aeronautico e quello applicato nell’ambito delle industrie a rischio, è emerso come ci siano rilevanti analogie, raggiunte grazie all’introduzione di standard europei comunemente studiati e accettati come le norme della serie ISO 9000 e OHSAS 14000 e 18000, la direttiva europea 96/82/CE e le Joint Aviation Authorities.
Volendo fare un parallelo tra i due sistemi, ci si accorge come sia posta particolare enfasi alla gestione della sicurezza e la prevenzione del rischio come eventi complessi e che coinvolgono tutti gli aspetti di un determinato processo: dai fattori umani, all’addestramento, alla necessità di procedure codificate, in particolare nell’ambito industriale.
La sensazione che ho avuto è tuttavia che in ambito industriale ci sia un focalizzazione sulla necessità di procedure che prevedano ogni situazione. Purtroppo il settore aeronautico insegna che ogni volta che l’uomo si trova ad applicare procedure troppo complesse in ambienti di forte stress (non solo psicologico, ma indotto anche dal sistema) non sempre riesce a produrre i risultati attesi.
Se è vero che risulta necessario avere procedure chiare e precise da seguire e rispettare, credo sia altrettanto opportuno instaurare nell’operatore la sensibilità ai fattori umani ed in particolare la inevitabilità dell’errore; come conseguenza è auspicabile che tutto il personale coinvolto in processi safety critical sia sensibilizzato alla gestione dell’errore e dello stress, e magari indirizzato anche a particolari tecniche di decision making che spesso troviamo applicate solo in ambito manageriale.
Per ottimizzare il sistema sicurezza e rischio è opportuno attuare un operazione di monitoring della qualità della sicurezza stessa e degli eventi di pericolo mediante auditing e soprattutto mediante supervisione da parte di personale certificato e feedback da parte di tutti gli organi coinvolti; la mole di dati così prodotta puo’ essere quindi analizzata in modo informatico per evidenziare le aree sensibili e gli eventi potenzialmente critici.
Per poter fare tutto questo è indispensabile che nell’ambito dell’azienda venga diffusa e condivisa a tutti i livelli la cultura alla sicurezza, sia a livello attivo (per fronteggiare eventi reali e conosciuti)
sia a livello preventivo, proprio per creare una strategia del margine su eventi non sempre chiari o prontamente riconosciuti, investendo risorse nell’addestramento e nella sensibilizzazione a questo tipo di cultura.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Lo scopo di questa tesi, è di fornire una prospettiva sulla gestione della sicurezza nei contesti Safety Critical facendo un raffronto tra il sistema del trasporto aereo e le industrie a rischio ed evidenziando in particolare i fattori in comune, le aree critiche e gli elementi che potrebbero essere condivisi ed applicati da entrambe i settori. Nell’ ambito dell’analisi della qualità del sistema sicurezza nel settore aeronautico verrà anche portato un case study applicato ad un’azienda del settore, con le relative considerazioni e suggerimenti. Le direttive europee sulla sicurezza nei luoghi di lavoro hanno modificato radicalmente l'impostazione di tipo repressivo per introdurre un approccio preventivo e proattivo. Compito che la legge assegna e', infatti, quello di analizzare le attivita' che costituiscono il proprio ciclo produttivo, individuare i pericoli per i lavoratori, eseguire conseguentemente una valutazione dei rischi, attuare misure di prevenzione sufficienti per l'eliminazione o la riduzione possibile del rischio. La legge prevede anche una pianificazione del miglioramento, per una continua riduzione del rischio residuo e una migliore gestione controllata della sicurezza sul lavoro. In passato si sono affrontate tematiche di Ambiente, Qualità e Sicurezza in modo separato considerandole a se stanti e non influenzabili fra di loro. Con l'esperienza si e' capito come invece sia importante trattare queste tre tematiche in modo integrato ricercando in questa sinergia l'efficienza aziendale attraverso l'economicità e la qualità del sistema di produzione, del servizio realizzato, del rispetto dell'ambiente e della capacita' di tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori. Mentre in ambito ambientale prevale il concetto di Sviluppo sostenibile, tematica difficile nello scenario politico dei giorni nostri e si e' giunti alla certificazione attraverso gli standard ISO 14001 così come in ambito Qualita' attraverso gli standard ISO 9001, in ambito di sicurezza ancora la situazione non e' completamente definita in termini di certificazione. Possiamo individuare due aspetti importanti che fanno parte della sicurezza: Rispondenza agli adempimenti di legge. Presenza di linee guida di applicazione facoltativa. Recenti studi effettuati dall'Unione Europea sugli incidenti avvenuti sul lavoro hanno rilevato che la maggior parte di essi si sarebbe potuto evitare applicando "procedure operative e di management appropriate". Sulla determinazione di un approccio sistematico a questi aspetti molte istituzioni hanno sviluppato le proprie linee guida di Sistema di Gestione della Sicurezza. 4

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Francesco Lesca Contatta »

Composta da 93 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2461 click dal 06/11/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.