Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il marketing territoriale per una riqualificazione dell'industria turistica. Il caso Regione Calabria

La tesi indaga sul declino del turismo italiano. Si affermano nuove destinazioni e ridefiniti format di fruizione turistica, ma l'Italia temporeggia e muore su modelli di turismo standardizzato.
In effetti, dagli anni '70 ad oggi siamo scesi al quinto posto nelle classifiche mondiali di preferenza. Il lavoro di ricerca, individuate le motivazioni della crisi nell'intiero sistema di offerta italiano, dovute in primis al personale superato, alla mancanza di una partenership tra pubblico e privato, indica come possibilità di riposizionamento strategico l'applicazione di politiche e strumenti di marketing territoriale a tutti i livelli di controllo e potere. In questa ottica si afferma il concetto di Destination Management.
L'indagine condotta si è focalizzata nello specifico sull'offerta turistica in Calabria, regione italiana dalle molteplici potenzialità e vocazioni che manca però di qualsiasi forma di pianificazione indirizzata alla valorizzazione del territorio e delle sue risorse. Idispensabile risulta il ricorso al Destination management.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 1. Il fenomeno turistico nell’era della competitività e della differenziazione del mercato. 1.1. Cos’è il turismo? Il turismo è un fenomeno definito dall’interazione di tre sottosistemi. Il primo dei sottosistemi è l’elemento umano, vale a dire il turista, il suo comportamento, le sue motivazioni e bisogni che evolvono nel tempo e nello spazio, e che, di tale fenomeno, costituiscono il motore. Il secondo sottosistema è il settore turistico ossia l’insieme delle attività economiche create per fornire ai turisti i servizi e i beni richiesti per la scelta, la programmazione e l’effettuazione del viaggio. Ultimo sottosistema è l’elemento fisico-geografico, composto dalle zone nella quali avviene lo spostamento dei turisti. L’azione turistica può essere esprimersi attraverso lo spostamento spaziale su tre aree: le zone da cui origina il flusso turistico, le quali definiscono la domanda turistica, le zone di transito, attraversate nel corso del viaggio, le aree meta del viaggio, o destinazioni turistiche, che esprimono, infine, l’offerta. Lo scambio di tali flussi fra una regione che li genera e una che le assorbe è influenzato da molti fattori legati sia agli stimoli sia alle risorse. Tipica azione sociale delle società occidentali industrializzate, caratterizzata da complesse strutture comunicative e tecnologiche, il turismo è tra le cause e gli effetti della globalizzazione. Assorbe gli effetti, sia delle dinamiche politiche ed economiche, di cui ne segue le oscillazioni, sia della differenziazione del mercato, con vaste ripercussioni sull’economia nazionale e globale. Si tratta di un fenomeno, per indagare il quale è necessario considerare gli apporti metodologici di numerose discipline, dall’economia politica all’economia aziendale, alla psicologia, alla sociologia e all’antropologia. Varie sono le interpretazioni del fenomeno. Secondo alcune teorie, il turismo rappresenta un rito di passaggio, un importante momento di cambiamento e rinnovamento da parte di chi lo pratica. Secondo altri studi, di carattere politico-sociale,

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Luigi Casuscelli Contatta »

Composta da 228 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5850 click dal 15/11/2007.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.