Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Prevenzione del consumo alcolico precoce negli adolescenti: effetto di un intervento scolastico attivo rispetto ad un intervento informativo

Obiettivi: verifica di eventuali cambiamenti avvenuti nel comportamento del consumo di alcolici e nelle opinioni degli adolescenti riguardo allo stesso in seguito all’applicazione del progetto preventivo “Che piacere..!” in alcune scuole della provincia di Padova. In particolare questa tesi confronta l’efficacia ottenuta da due diversi tipi di intervento proposti: un coinvolgimento attivo mediante un lavoro sul linguaggio pubblicitario svolto in gruppo, rispetto ad un intervento informativo che non prevede una attivazione emotiva dell’adolescente né una interazione con i compagni di classe.
Materiali e metodi: somministrazione di questionari a 467 studenti di II media e IV superiore prima e dopo gli interventi per conoscere il comportamento di assunzione alcolica, le opinioni riguardo alla stessa, lo svolgimento del sabato sera precedente all’intervista. Applicazione nelle classi sperimentali dell’intervento di coinvolgimento attivo e nelle classi di controllo dell’intervento informativo.
Risultati: nelle scuole superiori il coinvolgimento emotivo non determina una variazione coscente delle opinioni espresse dagli adolescenti sull’uso di alcolici, ma promuove una astensione dall’alcol significativa nei ragazzi con consumo moderato o già astinenti. L’informazione modifica le opinioni delle classi controllo senza provocare un miglioramento dell’astensione da alcolici se non tra i consumatori importanti. Nelle scuole medie entrambi gli interventi favoriscono un cambiamento delle opinioni, più completo nelle classi sperimentali.
Conclusioni: l’intervento attivante agisce in modo inconscio e ha una valenza di prevenzione primaria sui non consumatori e sui consumatori non problematici. L’intervento informativo diminuisce razionalmente la vicinanza agli alcolici ed è efficace come intervento di prevenzione secondaria nei bevitori problematici. L’applicazione di entrambi gli interventi nella stessa classe potrebbe essere una modalità più completa per raggiungere l’obbiettivo di ritardare e limitare il più possibile l’accostamento precoce degli adolescenti agli alcolici.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE In Italia, il fenomeno dell’accostamento precoce degli adolescenti agli alcolici è in grave crescita, ed il nostro Paese detiene il primato per l’età media più bassa d’Europa del primo contatto con l’alcol. Oltre all’assunzione precoce, è dilagante la tendenza del “binge drinking” ovvero il consumo di 5 o più bevande alcoliche nel corso di un’unica occasione allo scopo di ubriacarsi. Gli studi confermano che il cervello adolescenziale, ancora in maturazione, rappresenta un fragile bersaglio: i danni neurochimici provocati dall’alcol sono tanto più gravi e permanenti quanto più è precoce l’assunzione. Inoltre il rischio che una persona sviluppi problemi alcol-correlati nel corso della vita, e fra questi l’abuso e la dipendenza, è tanto più alto quanto precoce è l’età del primo accostamento agli alcolici. Per tutti questi motivi l’OMS ha promosso l’obbiettivo di ritardare l’età della prima assunzione di alcol sino all’età in cui il sistema cerebrale ed enzimatico sia più maturo, comunque non al di sotto dei 16 anni. Il progetto “Che piacere..!” è un intervento di tipo preventivo nato dal lavoro sinergico di molte persone all’interno dell’Azienda Ospedaliera di Padova, ed in particolare della Tossicologia Clinica delle Farmacodipendenze, che ha lo scopo di rispondere all’appello dell’OMS applicandosi all’interno dell’ambito scolastico, in specifico nelle scuole medie inferiori e superiori. Scopo di questa tesi è la verifica di eventuali cambiamenti avvenuti nel comportamento del consumo di alcolici e nelle opinioni degli adolescenti riguardo allo stesso in seguito all’applicazione di tale progetto in alcune scuole della provincia di Padova.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Farmacia

Autore: Elisa Rohr Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4326 click dal 20/11/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.