Skip to content

Non conventional marketing: le frontiere della comunicazione non convenzionale

Informazioni tesi

  Autore: Alessio Romano
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Sociologia
  Relatore: Stanislao Smiraglia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 93

L’incipit del mio studio sulla comunicazione non convenzionale, va ricercato nell’assioma definito dagli studiosi della Scuola di Palo Alto, secondo i quali "Non si può non comunicare". Legge, questa, da considerarsi di fondamentale importanza sia per quanto riguarda gli individui che le aziende.
In questi ultimi anni si sta assistendo ad un’evoluzione dei mercati, dovuta alla globalizzazione in atto. Questo fenomeno ha creato non solo nuove realtà e scenari, ma anche nuove configurazioni produttive e ha dato vita ad una nuova figura di consumatore: il consumatore post-moderno. Un consumatore più evoluto, informato ma soprattutto più attento.
Il consumatore va visto, oggi, in primis come individuo che come tale ha dei bisogni che sono diversi e differenziati ed è alla continua ricerca di prodotti/servizi personalizzabili. Quindi l’importanza di una comunicazione più dettagliata e personalizzata, quasi on-demand, è una delle prerogative attuali e basilari per qualsiasi azienda.
Ciò che voglio porre in evidenza con tale affermazioni è che i tempi attuali stanno dimostrando come la condivisione di un linguaggio, di un progetto e di una visione della realtà tra l’azienda e il suo pubblico sia diventata un’esigenza che deve trovare soddisfazione da entrambe le parti. Da un lato è l’azienda che deve prestare ascolto al pubblico, per acquistare fiducia, mentre dall’altro è il consumatore a volere e ricercare una relazione personalizzata e dedicata, che trascenda la mera transazione.
Una metafora della società post moderna in cui il marketing deve connotarsi come non convenzionale per trovare le ragioni della sua attualità, e soprattutto per risultare ancora efficace, è quella usata dal sociologo britannico Zygmunt Baumann che parla di modernità liquida per indicare le nuove forme di produzione, liquide, anonime, mutevoli come tutta la società in cui viviamo. Il passaggio dalla modernità solida a quella fluida indica che tutte le certezze su cui si è costruita a modernizzazione fino ad oggi stanno venendo meno, sostituita da una fase di sfrenata deregolamentazione e frammentazione dei rapporti sociali, non sorprende, allora, che questa nuova fase veda al centro del suo sviluppo proprio l’individuo.
Vista la globalità del mercato contemporaneo, è quindi fisiologico, che fra tante e nuove rotte si parli di comunicazione non convenzionale, che per gli addetti ai lavori è intesa come comunicazione alternativa, fuori dagli schemi, innovativa, creativa, insomma originale. Non disturba, è poco invasiva ed ha un gran pregio, quello di farsi ricordare moltissimo.
Pensare, quindi, di comunicare in modo tradizionale, in una società così diversa al suo interno, come è quella contemporanea, è sicuramente inadeguato ad una società costantemente e rapidamente in mutamento.
Gli approcci alle innovative tecniche di comunicazione non convenzionale si basano sullo studio dal basso della psicologia del target, delle leve razionali ed emozionali, dello spazio in cui si muove il consumatore, delle necessità che lo spingono a volere e a desiderare, dei codici che ne regolano ed influenzano il comportamento, spingendolo ad agire e a comprare.
Ma in particolar modo, non è più il consumatore che va dall’azienda ma è l’azienda che va dal consumatore, cercando di definire uno sviluppo dell'esperienza di consumo, e riutilizzarla.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione “Non si può non comunicare” 1 . Questa affermazione fatta dagli studiosi di Palo Alto è da considerare come regola fondamentale sia per quanto riguarda gli individui che le aziende. Secondo il gruppo di studiosi californiani sia la comunicazione sia la non comunicazione sono considerate come messaggio dagli interlocutori che le interpreteranno ognuno secondo le proprie preferenze. In questi ultimi anni si sta assistendo ad un'evoluzione dei mercati, dovuta essenzialmente alla globalizzazione in atto. Questo fenomeno ha generato nuove realtà, nuove configurazioni produttive e ha dato vita alla figura di un nuovo consumatore: più evoluto, più informato e più attento. Il consumatore, oggi, è in primis un individuo con caratteristiche e bisogni diversi e differenziati ed è alla continua ricerca di prodotti e servizi personalizzabili. L’importanza di attuare, quindi, una comunicazione sempre più personalizzata, dettagliata e, in un certo senso, on-demand, è un principio basilare e quanto mai attuale per qualsiasi azienda. Fare in modo che la clientela si senta partecipe di ciò che l’azienda fa per lei e per comunicare con lei è il primo passo verso la fidelizzazione e quindi, allo stesso tempo, un vantaggio competitivo dai molti pregi. Ciò che voglio porre in evidenza con tale affermazione è che i tempi attuali stanno dimostrando come la condivisione di un linguaggio, di un progetto e di una visione del mondo tra l’azienda ed il suo pubblico sia diventata un’esigenza che deve trovare soddisfazione da entrambi i lati. Da una parte è l’azienda che deve mettersi sul piano del consumatore e, in un certo senso, “prestargli ascolto” se vuole incontrare 1 Watzlawick P., Beavin J. H. e Jackson D.D., 1969

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ambient marketing
coinvolgimento psicologico
communication
comunicazione
comunicazione d'impresa
guerrilla marketing
ikea
marketing
marketing non convenzionale
memetica
memi
non conventional marketing
nuovo consumatore
psicogeo marketing
psicologia della comunicazione di massa
relationship
relazione pubbliche
sociologia della comunicazione
street marketing
tecniche di comunicazione aziendale
teoria memetica
viral marketing

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi