Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un'applicazione dell'analisi statistica multivariata all'imprenditoria della Sardegna

Il lavoro riguarda uno studio del sistema produttivo regionale della Sardegna attraverso l’esame dei bilanci delle imprese operanti nell’isola nel 2003. In particolare, trattandosi di bilanci depositati, le imprese considerate sono prevalentemente le società di capitali e le cooperative con sede legale in Sardegna.
Le imprese sono state suddivise in settori di attività economica, in base a categorie indicate dai codici ISTAT ATECO 2002. Ai fini dell’analisi sono stati individuati i settori dei Servizi, Commercio, Industria (in senso stretto), Costruzioni, Agricoltura, Energia gas e acqua ed inoltre un settore convenzionale che raccoglie le imprese Non classificate nei precedenti settori.
Lo scopo dello studio consiste nell’analisi statistica delle strutture di bilancio, in base ai principali indici o indicatori economico-finanziari al fine di mettere in luce eventuali differenze tra i diversi settori considerati, tra la localizzazione provinciale delle imprese (riferita ovviamente alla sede legale) ed inoltre costruire gruppi di imprese che presentano strutture di bilancio simili.
Si tratta dunque di un problema di statistica multivariata che coinvolge una grande mole di dati, dell’ordine – come si vedrà meglio nel seguito - di diverse migliaia di unità statistiche. Il problema sarà affrontato utilizzando essenzialmente due tecniche: l’analisi in componenti principali per studiare le correlazioni tra i diversi indicatori e sintetizzarne la capacità descrittiva delle strutture di bilancio; l’analisi dei cluster per individuare gruppi omogenei di imprese e quali ne siano gli elementi caratterizzanti.
I dati originali sui bilanci 2003 sono stati estratti dall’archivio dell’Osservatorio Economico della Sardegna. Essi presentano notevoli problemi nel trattamento statistico a causa di diversi tipi di difficoltà: in taluni casi, infatti, i bilanci risultano incompleti per mancanza dei valori di alcuni indicatori, in altri casi vi sono delle contraddizioni di natura contabile che li rendono incongruenti; inoltre la disomogeneità del tessuto imprenditoriale sardo crea numerose “anomalie” nell’insieme dei dati, soprattutto rispetto alla dimensione dell’azienda ed alla consistenza economica. Tutto ciò comporterebbe un gravoso lavoro per la stima dei dati mancanti ed il recupero delle inattendibilità oltre che l’applicazione di sofisticati metodi per il trattamento dei dati anomali; tali aspetti esulano dallo scopo principale del presente studio che è incentrato sull’applicazione delle tecniche dell’analisi statistica multivariata a dati di natura finanziaria e sull’interpretazione delle sintesi che se ne ricavano. La base di dati originale è stata perciò ridotta, eliminando dall’analisi tutte le imprese i cui bilanci ricadono nelle casistiche enunciate.

La descrizione della base dei dati e la costruzione del campione da trattare sono contenute nei primi due capitoli del lavoro. Il terzo capitolo è dedicato all’analisi dei dati che è svolta in due fasi successive: la prima per l’analisi univariata e bivariata degli indicatori e delle categorie considerate; la seconda, suddivisa in ulteriori due paragrafi, riguarda l’analisi esplorativa multivariata.
Le elaborazioni sono state eseguite ricorrendo all’ambiente statistico R e in parte al programma SPAD.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione Il lavoro riguarda uno studio del sistema produttivo regionale della Sardegna attraverso l’esame dei bilanci delle imprese operanti nell’isola nel 2003. In particolare, trattandosi di bilanci depositati, le imprese considerate sono prevalentemente le società di capitali e le cooperative con sede legale in Sardegna. Le imprese sono state suddivise in settori di attività economica, in base a categorie indicate dai codici ISTAT ATECO 2002. Ai fini dell’analisi sono stati individuati i settori dei Servizi, Commercio, Industria (in senso stretto), Costruzioni, Agricoltura, Energia gas e acqua ed inoltre un settore convenzionale che raccoglie le imprese Non classificate nei precedenti settori. Lo scopo dello studio consiste nell’analisi statistica delle strutture di bilancio, in base ai principali indici o indicatori economico-finanziari al fine di mettere in luce eventuali differenze tra i diversi settori considerati, tra la localizzazione provinciale delle imprese (riferita ovviamente alla sede legale) ed inoltre costruire gruppi di imprese che presentano strutture di bilancio simili. Si tratta dunque di un problema di statistica multivariata che coinvolge una grande mole di dati, dell’ordine – come si vedrà meglio nel seguito - di diverse migliaia di unità statistiche. Il problema sarà affrontato utilizzando essenzialmente due tecniche: l’analisi in componenti principali per studiare le correlazioni tra i diversi indicatori e sintetizzarne la capacità descrittiva delle strutture di bilancio; l’analisi dei cluster per individuare gruppi omogenei di imprese e quali ne siano gli elementi caratterizzanti. I dati originali sui bilanci 2003 sono stati estratti dall’archivio dell’Osservatorio Economico della Sardegna. Essi presentano notevoli problemi nel trattamento statistico a causa di diversi tipi di difficoltà: in taluni casi, infatti, i bilanci risultano incompleti per mancanza dei valori di alcuni indicatori, in altri casi vi sono delle contraddizioni di natura contabile che li rendono incongruenti; inoltre la disomogeneità del tessuto imprenditoriale sardo crea numerose “anomalie” nell’insieme dei dati, soprattutto rispetto alla dimensione dell’azienda ed alla consistenza economica. Tutto ciò comporterebbe un gravoso lavoro per la stima dei dati mancanti ed il recupero delle inattendibilità oltre che l’applicazione di sofisticati metodi per il trattamento dei dati anomali; tali aspetti esulano dallo scopo principale del presente studio che è incentrato sull’applicazione delle tecniche dell’analisi statistica multivariata a dati di natura finanziaria e sull’interpretazione delle sintesi che se ne ricavano. La base di dati originale è stata perciò ridotta, eliminando dall’analisi tutte le imprese i cui bilanci ricadono nelle casistiche enunciate.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Vincenzo Rundeddu Contatta »

Composta da 56 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2689 click dal 06/12/2007.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.