Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I contratti di coorganizzazione: un'analisi economica

La coorganizzazione è una forma innovativa di sponsorizzazione culturale, la quale prevede che due soggetti, di cui uno necessariamente un Ente Pubblico, si ripartiscano gli impegni organizzativi, i costi e i ricavi; entrambe le parti, dunque, decidono di assumersi un impegno finanziario, oltre che organizzativo. la coorganizzazione costituisce l'evoluzione della sponsorizzazione e nasce dalle esigenze dei soggetti, pubblici e privati, che hanno iniziato a vedere nella sponsorizzazione uno strumento non più in grado di raggiungere gli obiettivi e le esigenze sempre più pressanti sia delle imprese sia degli enti locali.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Negli ultimi anni la sponsorizzazione è diventata uno dei più importanti strumenti di promozione commerciale utilizzati dalle imprese. Ma sponsorizzare significa anche e soprattutto identificare i valori comuni all’impresa e ai consumatori. Nel presente lavoro l’intera prima parte è dedicata al fenomeno della sponsorizzazione culturale di cui vengono analizzati diversi aspetti, quali ad esempio il fatto che spesso il rapporto sponsorizzativo vede come soggetti coinvolti un ente pubblico e un’impresa privata. A causa dei continui tagli dei finanziamenti statali i musei pubblici fanno sempre più fatica a reperire i fondi necessari per la realizzazione di una mostra. È a questo punto che entrano in gioco le imprese che con la sponsorizzazione sperano di ottenere un adeguato ritorno d’immagine. Attraverso la sponsorizzazione l’impresa sente anche di aver contribuito al benessere della collettività. È proprio dall’analisi della sponsorizzazione che nasce il fenomeno della coorganizzazione che porta come novità alle imprese il fatto di ottenere un ritorno economico (non solo d’immagine come avveniva nella sponsorizzazione) diretto e immediato attraverso la ripartizione degli impegni organizzativi, dei costi e quindi dei ricavi con l’ente locale di riferimento. Ma questo nuovo fenomeno porta agli enti pubblici maggiori sicurezze riguardo al fatto di trovare un soggetto che, con il suo sostanzioso contributo economico, permetta la riuscita dell’evento culturale. L’analisi sulla sponsorizzazione effettuata è strumentale alle considerazioni evidenziate a proposito del fenomeno coorganizzativo e permette di comprendere meglio l’evoluzione dei finanziamenti privati nel campo dell’arte e della cultura. Il lavoro è articolato in tre capitoli. Il capitolo 1 costituisce una breve introduzione sull’economia dei contratti che permette di avere una visione generale dello strumento che utilizzeremo per la nostra analisi: il contratto, di sponsorizzazione prima e di coorganizzazione poi. Il capitolo 2 descrive la sponsorizzazione in tutti i suoi aspetti caratterizzanti, concentrandosi sulla sponsorizzazione culturale che vede come sponsee un ente pubblico e come sponsor un’impresa. Nel capitolo sono contenute le principali motivazioni che spingono alla sponsorizzazione accompagnate da una breve rassegna di letteratura, da un breve

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Eugenia Morato Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2365 click dal 07/12/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.