Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'adozione internazionale

Questa tesi inizia con un'introduzione sull'adozione internazionale, le procedure per accedervi, e gli organi competenti; per poi approfondire, in particolare, le tematiche dell'adozione in casi particolari e della kafalah di diritto islamico.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 L’ADOZIONE INTERNAZIONALE CAPITOLO I LE CONVENZIONI RILEVANTI 1. Premessa. L’origine storica del concetto di adozione è molto antica, si sa che precede addirittura la legislazione romana: esso, infatti, risale ai greci, ed ancora prima agli ebrei. Fin dall’antichità era noto il concetto dell’adozione che consisteva nell’accoglienza di una persona da parte di un’altra, in qualità di figlio, a prescindere dall’aspetto naturalistico di siffatta filiazione 1 . Nel codice di Hammurabi della civiltà babilonese (2200 a.c.) (anche se più propriamente riguarda l’ammissione in una famiglia di una persona estranea, a seguito del suo riconoscimento come figlio legittimo), i figli avuti da un uomo con varie donne diventavano legittimamente suoi figli se costui, in punto di morte, li avesse chiamati “figli miei”. Presso i romani, invece, il fine di questo istituto traeva origine sia da esigenze di carattere religioso, per far sì che ci fosse la continuazione del culto degli antenati, sia da necessità di carattere 1 Cfr. ROBERTO THOMAS, L’adozione nazionale-internazionale, in casi particolari, ordinaria di maggiorenni, procedure ed effetti giuridici, aspetti socio- psicologici, Giuffrè, 2006, p. 251.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Antonella Fiore Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9465 click dal 06/12/2007.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.