Skip to content

Analisi dei rischi per un progetto di internazionalizzazione

Informazioni tesi

  Autore: Gianni Mengozzi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze economiche
  Relatore: Andrea Lodi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 145


Si evidenzieranno rischi di varia natura: di scenario, politici, sociali, economico - finanziari e operativi. L’analisi si concentrerà su ciascuno di essi cercandone le eventuali interazioni sinergiche ed analizzandone l’impatto sulla struttura operativa aziendale.
Il completamento dello studio si concretizza con la proposta di soluzioni che dovranno essere rivolte alla riduzione e, ove possibile, al trasferimento dei rischi individuati avendo comunque la consapevolezza che il rischio è insito nell’attività d’impresa. La relazione si articola su quattro capitoli: il primo riguarda l’analisi dello scenario competitivo, il secondo capitolo considera i rischi per una PMI nel processo d’internazionalizzazione e nel terzo si valuta come gestire il rischio d’impresa, con particolare riguardo al progetto d’internazionalizzazione. Il quarto introduce il metodo di ricerca operativa. Come già ricordato, il filo conduttore dell’elaborato è il processo di risk management, come linea guida per gestire i rischi d’impresa, fase d’individuazione (lo scenario) ; fase di misurazione (i rischi per una PMI), considerando quelli rilevanti per la sua internazionalizzazione. In particolare nel terzo capitolo verranno evidenziate le modalità di trasferimento dei rischi operativi e del rischio paese ( gestione del rischio).
La protezione degli “asset“, la capacità di evitare l’assunzione inconsapevole di rischi indiretti e quella di evidenziare le possibili perdite connesse, aiutano a mantenere nel tempo la capacità di creazione del valore in azienda. Consentono inoltre all’imprenditore di assumere le proprie decisioni con indicazioni, anche metodologiche, su come affrontare il contesto competitivo in merito ai rischi connessi al suo agire, essendo esso per definizione incerto, concorrenziale e mutevole nel tempo: la tecnologia, internet ecc.
Va comunque considerato come impatta sull’azienda un approccio metodologico alla valutazione dei rischi. Tutto il processo non può prescindere da alcuni prerequisiti: azione pensata e voluta dal vertice aziendale, stesura di un piano dettagliato con una “policy“ adeguata, ampia diffusione e condivisone dello stesso da parte di tutti. E’ un vero e proprio salto culturale, un approccio razionale, il meno possibile approssimato per la scelta e valutazione delle politiche da adottare in merito alla gestione aziendale.


La cosa fondamentale è prendere le decisioni...

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4Introduzione Il tratto che maggiormente sta caratterizzando l’ attuale contesto competitivo è la globalizzazione, termine che sostanzialmente sta ad indicare la tendenza dell’ economia ad assumere una dimensione sovranazionale. In molti settori la concorrenza è uscita dai confini di singole nazioni o continenti per abbracciare aree geografiche sempre più grandi. L’ odierna economia mondiale è basata sullo scambio di merci, tecnologie, servizi, capitali, persone e conoscenze, che sono in grado di spostarsi da paese a paese in modo più semplice, meno costoso e rapido. Svariati sono i fattori, economici, politici e sociali, che hanno contribuito ad attivare ed accelerare questo fenomeno, fra i quali i progressi nel campo delle tecnologie dell’ informazione e delle comunicazioni, lo sviluppo scientifico e tecnologico, la diffusione dell’ economia di mercato, la riduzione delle barriere artificiali agli scambi e agli investimenti internazionali, lo sviluppo internazionale delle imprese, la tendenziale omogeneizzazione degli stili di vita, la dinamica dei mercati finanziari e un lungo periodo di relativa pace (interrotta da conflitti devastanti, ma isolati). Molti fattori possono spingere un’impresa ad abbandonare i vecchi confini ed entrare in nuovi mercati geografici, ad esempio: quando il mercato in cui opera è saturo, la ricerca di nuovi clienti in mercati in crescita, entrare in mercato più grandi per cercare di creare economie di scala, seguire i propri clienti nella loro espansione geografica, sfruttare in altre aree i propri vantaggi competitivi, diversificare i propri rischi, entrare in mercati innovativi allo scopo di acquisire nuove conoscenze, sfruttare gli incentivi statali. Scegliere il mercato significa scegliere come competere, se la scelta cade su un piccolo mercato, la competizione può essere affidata alle esportazioni gestite da un importatore-distributore locale, se si opta per un mercato grande, con forte potenziale, la concorrenza può essere possibile solo producendo localmente e controllando con qualche modo la distribuzione. Esistono quindi, svariate strategie di entrata su nuovi mercati:

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi