Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione ambientale e sviluppo rurale: il caso della certificazione ISO 14001 nel comune di Montalcino

Nel corso degli ultimi decenni, sulla base della constatazione del degrado dell’ambiente naturale, sia a livello locale che planetario, è maturata la necessità di adottare misure per una più efficace protezione e salvaguardia dell’ambiente.
Parallelamente, sta maturando nella comunità, una visione del benessere che sempre di più si sposta da una visione utilitaristica, legata alla disponibilità economica e, quindi, al possesso di beni e servizi, ad una visione di well being, legata all’accessibilità ad una serie ben più articolata di elementi. Questi sono in grado di influire sulla qualità della vita, non solo all’atto del consumo ma già a partire dalla loro esistenza ed accessibilità.
Uno dei molteplici effetti che tale evoluzione del significato di benessere ha determinato è rappresentato dal continuo accrescimento dell’importanza delle risorse ambientali nel garantire un certo livello di qualità della vita. Nei modelli di sviluppo ciò ha automaticamente enfatizzato l’importanza della sostenibilità delle scelte non solo sul piano economico e, per certe risorse e attività come quelle legate all’agricoltura, ha evidenziato come esse siano in grado di svolgere un ruolo multifunzionale, garantendo funzioni economiche, sociali ed ambientali.
E’ nell’affermazione di questo benessere “multidimensionale” che si nidifica, nelle preferenze collettive e nelle attenzioni dei
7
pubblici decisori, la crescente attenzione per le esternalità positive associate all’attività agricola.
Scopo della presente tesi è di indicare le possibili vie che consentano la valorizzazione dei territori rurali in una logica di sviluppo sostenibile. In particolare, nella presente tesi viene esaminata la certificazione ambientale territoriale come strumento che, inserito all’interno di un’opportuna strategia di marketing del territorio, può favorire la concreta attuazione di un modello di sviluppo endogeno, capace di garantire l’integrazione fra politiche agricole ed ambientali.
Nella prima parte della presente tesi vengono ripercorse le tappe della caduta del mito della crescita economica illimitata e della nascita dello sviluppo sostenibile come paradigma economico alternativo. Quindi, viene presentato un excursus sulla Politica ambientale europea e, in particolare, sulle nuove strategie di tipo volontario che, oltre a chiedere il rispetto dei limiti ambientali imposti dalle leggi, affidano un ruolo importante all’azione di prevenzione.
Fra le attività antropiche in grado di generare impatto sull’ambiente si prende in considerazione quella agricola per la complessità del rapporto fra agricoltura ed ambiente, caratterizzato dalla contemporanea presenza di effetti nocivi ma anche di innumerevoli esternalità positive. Le certificazioni ambientali ISO 14001 ed EMAS, ampiamente illustrate nella loro operatività nel quarto capitolo, vengono quindi analizzate come strumento in grado di valorizzare il ruolo multifunzionale dell’agricoltura e, quindi, di partecipare al processo di sviluppo locale endogeno dei territori rurali.
8
A questo proposito, viene analizzato il caso della recente certificazione ambientale del comune di Montalcino, considerando come in tale caso siano riscontrabili alcuni aspetti emblematici connessi alla certificazione ISO 14001, soprattutto in relazione al contesto rurale e, in particolare, alla volontà da parte dell’amministrazione di coinvolgere nel progetto le imprese del settore primario.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 1. Introduzione Nel corso degli ultimi decenni, sulla base della constatazione del degrado dell’ambiente naturale, sia a livello locale che planetario, è maturata la necessità di adottare misure per una più efficace protezione e salvaguardia dell’ambiente. Parallelamente, sta maturando nella comunità, una visione del benessere che sempre di più si sposta da una visione utilitaristica, legata alla disponibilità economica e, quindi, al possesso di beni e servizi, ad una visione di well being, legata all’accessibilità ad una serie ben più articolata di elementi. Questi sono in grado di influire sulla qualità della vita, non solo all’atto del consumo ma già a partire dalla loro esistenza ed accessibilità. Uno dei molteplici effetti che tale evoluzione del significato di benessere ha determinato è rappresentato dal continuo accrescimento dell’importanza delle risorse ambientali nel garantire un certo livello di qualità della vita. Nei modelli di sviluppo ciò ha automaticamente enfatizzato l’importanza della sostenibilità delle scelte non solo sul piano economico e, per certe risorse e attività come quelle legate all’agricoltura, ha evidenziato come esse siano in grado di svolgere un ruolo multifunzionale, garantendo funzioni economiche, sociali ed ambientali. E’ nell’affermazione di questo benessere “multidimensionale” che si nidifica, nelle preferenze collettive e nelle attenzioni dei

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Irene Travaglini Contatta »

Composta da 146 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1646 click dal 21/12/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.