Skip to content

Analisi di Sistemi per la Privacy di nodi non cablati

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Librizzi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Informatica
  Relatore: Giampaolo Bella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 100

L’ultimo decennio ha visto incrementare esponenzialmente gli utenti che fanno uso della grande rete (Internet), e coloro che adoperano tecnologie anche per effettuare delle operazioni non inerenti il mondo del lavoro.
La quantità di informazioni che ogni persona immette su internet aumenta sempre più. Tra queste, vi sono anche informazioni che possono essere private, come dati anagrafici, abitudini, informazioni circa l’uso di droghe, le preferenze politiche e molti altri dati. Le persone che inseriscono queste informazioni vorrebbero che non si venisse mai a sapere che sono informazioni relative a loro. In altre parole, temono che se questi dati venissero resi pubblici, si possa risalire a chi le ha rilasciate, o addirittura che queste informazioni indichino il diretto “proprietario”.
Un’applicazione dove gli individui forniscono delle informazioni personali sono i sondaggi; questi una volta venivano effettuati mediante le schede elettorali, oppure schede create appositamente. Con l’avvento della tecnologia, i metodi per raccogliere le informazioni relativi al sondaggio sono diventati elettronici, cosicché l’utente possa esprimere il proprio parere circa l’inchiesta adoperando un computer ed inviando i dati ad un nodo addetto alla raccolta dei dati. Quest’ultimo viene definito pollster (agente elettorale).
In tale applicazione gli individui, ovvero coloro che esprimono il proprio parere, vorrebbero garantito dal pollster che i dati forniti, non siano pubblicati e che non siano venduti a terze parti. Quindi la proprietà cui gli individui aspirano è proprio il rispetto della privacy sui dati che essi stanno fornendo.
Nell’ambito della ricerca di cui è frutto il presente elaborato, sono stati analizzati dei protocolli che permettono di garantire la privacy agli individui che forniscono delle informazioni relative ai sondaggi elettronici.
In particolare, alcuni di questi protocolli permettono agli individui di poter dimostrare pubblicamente se c’è stata una violazione della privacy da parte del pollster (agente elettorale). Oltre a garantire tale proprietà, i suddetti protocolli dovrebbero ottenere l’equità, ossia dovrebbero tutelare il pollster da accuse di atti che non abbia mai compiuto. Ad esempio, se il pollster non viola la privacy degli individui, allora questi non dovrebbero poterlo accusare del contrario. La letteratura dimostra che l’obiettivo di equità complica il raggiungimento degli obiettivi principali di un protocollo. Un esempio significativo proviene dal protocollo per il non-ripudio di Zhou-Gollmann, in cui un mittente e un ricevente non devono potersi avvantaggiare l’uno sull’altro. In particolare, nel caso del sondaggio elettronico, un pollster deve poter pubblicare i dati se e solo se i legittimi proprietari di quei dati ne hanno dato il consenso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 - Introduzione - 7 - Capitolo 1 Introduzione L’ultimo decennio ha visto incrementare esponenzialmente gli utenti che fanno uso della grande rete (Internet), e coloro che adoperano tecnologie anche per effettuare delle operazioni non inerenti il mondo del lavoro. Gran parte degli utenti, infatti, quando vuole effettuare una ricerca, che sia scolastica, di lavoro, di arte culinaria o finalizzata allo shopping, cerca innanzitutto di gettare uno sguardo sul “mondo intero”, rappresentato appunto da Internet. Ovviamente la grande rete mette a disposizione anche servizi per il lavoro remoto, per la condivisione di informazioni tra amici, colleghi di lavoro e parenti, ma offre anche la possibilità di poter gestire da casa con assoluta tranquillità il proprio conto in banca (servizio di home banking) operazione che oggigiorno è consentita da qualsiasi ente bancario e finanziario. La quantità di informazioni che ogni persona immette su internet aumenta sempre più. Tra queste, vi sono anche informazioni che possono essere private, come dati anagrafici, abitudini, informazioni circa l’uso di droghe, le preferenze politiche e molti altri dati. Le persone che inseriscono queste informazioni vorrebbero che non si venisse mai a sapere che sono informazioni relative a loro. In altre parole, temono che se questi dati venissero resi pubblici, si possa risalire a chi le ha rilasciate, o addirittura che queste informazioni indichino il diretto “proprietario”. Per tale ragione negli ultimi anni si sente parlare sempre di più di privacy, di protezione dei dati sensibili. Ma, cos’è la privacy?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

compare
contrast
cryptography
e-poll
e-voting
mobile
node
nodi mobili
non ripudio
poll
privacy
protocolli
protocols
repudiation
security
sicurezza
voto elettronico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi