Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Misure di contribuzione al rischio di portafoglio

Il presente lavoro mira a introdurre il concetto di rischio in un contesto finanziario, ponendo enfasi alla sua misurazione tramite i concetti assiomatici di coerenza. Dapprima si tende a valutare il problema in un'ottica di singole posizioni estendendo poi il concetto al rischio di portafoglio, dove le proprietà di coerenza hanno un ruolo fondamentale. Il rischio aggregato si dimostra in generale non uguale alla mera somma dei singoli rischi delle varie posizioni presenti all'interno del portafoglio. Per questo motivo si vanno ad approfondire i più importanti approcci presenti in letteratura adatti a valutare la contribuzione di ogni singola posizione sul totale del rischio di portafoglio. Un'applicazione pratica verrà sviluppata adottando la metodologia di Dirk Tasche basata sul gradiente della funzione della misura di rischio. Saranno adottate misure non coerenti, misure coerenti e misure spettrali. L'applicazione è sviluppata sia in un contesto storico sia montecarlo, in ipotesi di gaussianetà dei rendimenti e inoltre facendo utilizzo di copule Archimedee.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Introduzione Scopo di questo lavoro e` l’analisi dei metodi presenti in letteratura per la quantificazione dell’impatto di una opportunita` di investimento, di un tito- lo, una linea di business o un piccolo portafoglio sul rischio totale. Si vedra` difatti che, dati vari investimenti che compongono un portafoglio, la somma dei singoli rischi non eguagliera` il rischio aggregato, ma sara` minore (al piu` uguale). Questo a causa del noto effetto di diversificazione. Prima di ad- dentrarsi cos`ı nello specifico, e` bene introdurre le basi del risk management, passando per qualche definizione, un po’ di storia e di regolamentazione. Negli ultimi anni questa branca della finanza si e` sviluppata enormemente e ha visto una forte trattazione matematica. Questo grazie all’introduzione di misure di rischio in aggiunta alla classica varianza, radicata nella teoria di selezione di portafoglio di Markowitz dei primi anni 50. La risk contribution parte quindi dallo studio del rischio di portafoglio; in particolare verran- no trattate delle importanti proprieta` che le misure di rischio dovrebbero soddisfare. Successivamente, avendo chiari questi concetti si procedera` alla decomposizione del rischio di portafoglio attraverso vari metodi, aventi fini differenti ma non per questo totalmente corretti. 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Carlesso Contatta »

Composta da 171 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2268 click dal 03/01/2008.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.