Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La logistica esterna delle merci: analisi dei sistemi e valutazione dell'impatto ambientale

Il mondo industrializzato ha bisogno per sopravvivere e mantenersi efficiente di un buon sistema di logistica delle merci. A causa della globalizzazione assistiamo ad un aumento progressivo delle dimensioni dei mercati, che determinano scambi di merci tra fornitori-industrie e industrie-clienti sempre più distanti tra loro.
Inoltre la richiesta dei clienti risulta essere maggiormente differenziata, fattore che implica un superiore utilizzo dei mezzi, spesso non al massimo delle loro capacità di carico.
L’aumentare dei flussi di trasporto ha comportato un aumento dell’impatto ambientale del settore, il quale per provvedere al continuo espandersi della rete e della domanda ha trascurato il problema ambientale. Ogni singola impresa sceglie il sistema di logistica esterna in base al costo e i requisiti del servizio che vuole offrire: per esempio, il trasporto stradale continua ad essere in Italia il sistema logistico preferito, soprattutto grazie al collegamento diretto fra mittente e destinatario, nonostante l’alto tasso di inquinamento.
Nel nostro lavoro analizziamo i diversi sistemi di logistica esterna e il loro grado di utilizzo, soffermandoci sull’impatto ambientale che essi generano. A questo proposito consideriamo quali fattori influiscono maggiormente e quindi richiedono una particolare attenzione, al fine di ridurli.
La situazione attuale dell’inquinamento atmosferico necessita infatti di scelte più responsabili, che invertano le vecchie tendenze, sia da parte delle singole imprese sia da parte di enti pubblici.
L’Europa ha iniziato a muoversi in questa direzione, finanziando progetti, fissando obiettivi a lungo termine ed emanando normative volte ad obbligare le aziende a prestare un’attenzione maggiore al problema.
Il nostro obiettivo è rendere note le conseguenze delle scelte logistiche effettuate e presentare possibili alternative a minor impatto ambientale.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Il mondo industrializzato ha bisogno per sopravvivere e mantenersi efficiente di un buon sistema di logistica delle merci. A causa della globalizzazione assistiamo ad un aumento progressivo delle dimensioni dei mercati, che determinano scambi di merci tra fornitori-industrie e industrie-clienti sempre più distanti tra loro. Inoltre la richiesta dei clienti risulta essere maggiormente differenziata, fattore che implica un superiore utilizzo dei mezzi, spesso non al massimo delle loro capacità di carico. L’aumentare dei flussi di trasporto ha comportato un aumento dell’impatto ambientale del settore, il quale per provvedere al continuo espandersi della rete e della domanda ha trascurato il problema ambientale. Ogni singola impresa sceglie il sistema di logistica esterna in base al costo e i requisiti del servizio che vuole offrire: per esempio, il trasporto stradale continua ad essere in Italia il sistema logistico preferito, soprattutto grazie al collegamento diretto fra mittente e destinatario, nonostante l’alto tasso di inquinamento. Nel nostro lavoro analizziamo i diversi sistemi di logistica esterna e il loro grado di utilizzo, soffermandoci sull’impatto ambientale che essi generano. A questo proposito consideriamo quali fattori influiscono maggiormente e quindi richiedono una particolare attenzione, al fine di ridurli. La situazione attuale dell’inquinamento atmosferico necessita infatti di scelte più responsabili, che invertano le vecchie tendenze, sia da parte delle singole imprese sia da parte di enti pubblici. L’Europa ha iniziato a muoversi in questa direzione, finanziando progetti, fissando obiettivi a lungo termine ed emanando normative volte ad obbligare le aziende a prestare un’attenzione maggiore al problema. Il nostro obiettivo è rendere note le conseguenze delle scelte logistiche effettuate e presentare possibili alternative a minor impatto ambientale.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Simone Pastorino Contatta »

Composta da 152 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2865 click dal 04/01/2008.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.