Skip to content

L'integrazione delle risorse culturali: la strategia per lo sviluppo del territorio attraverso campania>artecard

Informazioni tesi

  Autore: Alessandra Borrelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli studi di Napoli "Parthenope"
  Facoltà: Economia
  Corso: economia del turismo (classe 17)
  Relatore: Vincenzo Sanguigni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 159

L’analisi del territorio viene effettuata tramite l’utilizzo dell’ Approccio Sistemico Vitale, che definisce il territorio come una unità socioeconomica plurisoggettiva localizzata, coordinata ed orientata verso la finalità della sopravvivenza attraverso la creazione di valore per i pubblici di riferimento. L’esistenza di un territorio sistema vitale è assicurata dall’emersione di un soggetto, l’organo di governo, semplice o composito, istituzionale o meno, in grado di riassumere nella propria azione di governo le esigenze e le aspettative dei diversi attori, realizzando un effettivo controllo ed indirizzo dell’ambito spaziale, comparando le alternative strategiche a favore del territorio. Sarebbe riduttivo etichettare un territorio così delineato come mero contesto geografico nel quale avviene la produzione: le aree territoriali si pongono come luoghi chiave dello sviluppo economico, la cui sopravvivenza è legata alla capacità di gestire le risorse naturali e artificiali sulle stesse aree presenti, di attrarre risorse e competenze dall’esterno, in modo da garantire l’autoporpulsività del sistema.
Quindi un territorio pervaso di fattori di attrattiva, dovrà essere gestito secondo una strategia sistemica territoriale, la quale partendo dal patrimonio di risorse, conoscenze e competenze specifiche, presuppone l’individuazione di meccanismi di gestione integrata delle offerte territoriali, massimizzando le sinergie tra le produzioni locali: quando queste si basano sui saperi, sulla cultura, sulle tradizioni locali, si configurano come rappresentazione dell’identità del territorio, della sua specificità, e si pongono come strumenti di differenziazione rispetto ad eventuali competitors, quindi fonte di vantaggio competitivo. I territori, in quanto possessori di fattori di attrattiva, devono porsi come soggetti attivi all’interno del mercato; a tal proposito uno strumento idonea a dare visibilità al territorio è il marketing territoriale, come strumento di gestione dei processi di scambio tra quanto un’area è in grado di offrire ed i soggetti esterni interessati a tale offerta nel perseguimento dei propri fini. A questo punto bisogna ridefinire il ruolo del prodotto culturale: le sue caratteristiche di originalità e unicità e il suo valore essenzialmente intangibile ne fanno un prodotto rappresentativo del paradigma economico emergente. Il suo scopo è quello di soddisfare bisogni identitari, di offrire un surplus valoriale che superi il mero utilizzo del bene, facendo in modo che il prodotto culturale sia messo in relazione con tutto ciò che il territorio produce.
L’identità culturale della regione Campania è stata inserita in una card tramite la creazione del “prodotto campania>artecard”, esperienza che valorizza l’immagine della regione come terra d’arte, che dà visibilità ai siti minori e meno conosciuti, che garantisce massima accoglienza e standard di qualità elevati, che integra turismo e cultura. L’essenza di tale prodotto è l’integrazione delle offerte culturali (musei, mostre, siti archeologici, trasporti, spettacoli..), riconducendo in un quadro unitario di programmazione, il complesso degli strumenti e delle risorse comunitarie, nazionali e regionali, rese disponibili per il conseguimento di obiettivi di sviluppo dell’offerta territoriale. Il risultato ricercato, consiste nella promozione del patrimonio culturale della Campania, accanto allo sviluppo delle attività economiche, in un rapporto di valorizzazione reciproca. Progettare e sfruttare le sinergie territoriali costituisce un’attività che incide fortemente sulla possibilità di sviluppo dell’area geografica: campania>artecard ha interessato settori distinti (cultura, turismo e trasporti) individuando una modalità di interconnessione tra il sistema informativo turistico, il sistema di mobilità regionale e il sistema di gestione del patrimonio culturale. Il caso studiato ha voluto dimostrare come lo sviluppo di un’area locale possa essere incrementato anche attraverso la valorizzazione delle risorse locali a tutti i livelli, tramite la fissazione di obiettivi integrati, quali la conservazione dell’ambiente, la creazione e il mantenimento dell’occupazione, il rafforzamento dell’identità locale e il miglioramento della qualità della vita e in modo da far partecipare proattivamente tutti gli operatori locali interessati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
PREFAZIONE La dimensione territoriale si è progressivamente affermata, negli ultimi anni, come una delle chiavi attraverso cui va letta la complessità industriale: ossia la varietà e la variabilità dei modi con cui la produzione si organizza e funziona nei diversi contesti, nazionale, settoriale, aziendale e locale. La riflessione economica o meglio socio-economica, ha cominciato a misurarsi con la varietà dei contesti socio-culturali in cui ha luogo la produzione. Man mano è andata crescendo l’importanza dei contesti e delle loro specificità. La produzione è un processo intrinsecamente situato, nel senso che ciascun luogo mobilita nella produzione la propria conformazione naturale, la propria storia, la propria cultura, la propria organizzazione sociale. Si tratta di risorse e circostanze che, prese nella loro combinazione, sono diverse da quelle che possono venire mobilitate da ogni altro luogo. Deriva che la varietà dei luoghi e le relazioni tra luogo e luogo, svolgono, una funzione essenziale nella generazione dei vantaggi competitivi di un paese e nella sua capacità di riprodursi socialmente. Il punto su cui focalizzare l’attenzione è cosi il territorio. In un’ottica rivoluzionata, è naturale, che l’analisi del territorio, oggi, richieda una visione quanto mai articolata e globale ma anche dinamica e attiva. A tale scopo, è utile incanalare tale trattazione nella logica dell’Approccio Sistemico Vitale, letto come

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

approccio sistemico vitale
area locale;
aree territoriali;
arte e cultura
beni culturali
campania>artecard;
competizione tra territori;
diritto dei beni culturali;
fattori d'attrattiva;
integrazione
marketing culturale
marketing territoriale
organo di governo del territorio;
por campania 2000-2006;
processi di tipo bottom up;
processi di tipo top down;
strategia sistemica territoriale;
sviluppo del territorio
territorializzazione del turismo;
valorizzazione risorse locali;

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi