Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il capitale intellettuale: la leva strategica delle risorse umane

In un’epoca in cui la società viaggia a ritmi sempre più veloci grazie alle moderne tecnologie, restare al passo, ed essere sempre aggiornati, costituisce la spinta, per le imprese, a mantenere una elevata competitività in un mercato sempre più internazionale e globale. Oggigiorno non si è competitivi solo attraverso un bene materiale o economico, ma, spesso, attraverso la cultura, il sapere (know how) come bene intellettuale. Ruolo fondamentale allora sarà il capitale intellettuale: leva strategica delle risorse umane.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione In un’epoca in cui la società viaggia a ritmi sempre più veloci grazie alle moderne tecnologie, restare al passo, ed essere sempre aggiornati, costituisce la spinta, per le imprese, a mantenere una elevata competitività in un mercato sempre più internazionale e globale. Oggigiorno non si è competitivi solo attraverso un bene materiale o economico, ma, spesso, attraverso la cultura, il sapere (know-how) come bene intellettuale. Ruolo fondamentale allora sarà il capitale intellettuale: leva strategica delle risorse umane. Nel primo capitolo si introdurrà una breve panoramica sulla nascita ed evoluzione del capitale intellettuale attraverso i cambiamenti nel passaggio tra le diverse ere produttive. Nel secondo capitolo si introducono i concetti teorici legati al capitale intellettuale ed alla sua struttura. Fornendo i dati sul capitale intellettuale, umano, organizzativo e relazionale si giungerà nel terzo capitolo ad affrontare le tematiche legate alla valutazione; dai sistemi di misurazione e dagli indicatori, si analizzano i modelli di valutazione più in uso. Nel quarto capitolo si analizza un’impresa di servizi che in base alla sua mission ha necessità di valorizzare il capitale intellettuale; per mettere in condizione il lettore di comprendere questa necessità, è stata realizzata una dettagliata analisi dell’impresa, del suo sistema organizzativo e delle sue aree di business. Nel quinto capitolo si traggono le conclusioni facendo riferimento ad una realtà europea che rappresenta un modello di riferimento dell’azienda presa in analisi. Infine sono presenti, in appendice, materiali di supporto e di approfondimento delle metodologie proposte in questo lavoro e dei riferimenti di casi aziendali nei quali è presente l’applicazione di politiche di valorizzazione del capitale intellettuale.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Tommaso Cozzolino Contatta »

Composta da 176 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4341 click dal 10/01/2008.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.