Skip to content

I matrimoni interregionali della Valle d'Illasi

Informazioni tesi

  Autore: Carlo Malacchini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1978-79
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Magistero
  Corso: Psicologia
  Relatore: Paolo Palmeri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 74

Il matrimonio, così come inteso comunemente nella nostra società è l’unione sentimentale tra un uomo e una donna finalizzata alla formazione di una nuova famiglia ed alla procreazione. Questa è la definizione classica, anche se meriterebbe ulteriori approfondimenti collegati all’evolversi dei tempi.
Si tratta di una unione in cui è l’aspetto emotivo-sentimentale che spinge gli sposi a compiere il passo di congiungere le loro vite. Il mondo occidentale è “immerso” nella definizione classica di matrimonio e sembra non contemplarne altre. Sappiamo tuttavia che, anche grazie al recente fenomeno dell’immigrazione, al di fuori dell’area occidentale esistono altri tipi di matrimonio, per esempio quelli combinati, quelli addirittura che riguardano bambini, la poligamia, ecc. Queste pratiche matrimoniali vengono classificate come primitive, arcaiche e relegate a culture lontane e arretrate, molto diverse da noi. Lo scopo di questa tesi (anno accademico 1978/9) è quello di studiare i matrimoni combinati in Italia, di spiegare cosa spinge gli individui a compiere molte centinaia di chilometri da casa per trovare un coniuge e di approfondire tutte le vicende economiche e sociali connesse. Il fenomeno non riguarda il contesto urbano-industriale quello che ha accesso all’informazione, ai consumi, alla cultura, e all’intensa vita di relazione. Riguarda, invece, una parte dimenticata della nostra cultura, quella agricola e in particolare quella montana. E’ un mondo silenzioso, appartato, invisibile, e perciò “inesistente”. I matrimoni combinati sono anche chiamati matrimoni di convenienza poiché l’aspetto economico e d’interesse ha la meglio sulla ‘nobiltà’ dei sentimenti. Questo lavoro non intende avallare semplicisticamente questo punto di vista.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO PRIMO PRESENTAZIONE E DEFINIZIONE DEL PROBLEMA DA STUDIARE Quando parliamo di parità di diritti tra i sessi, di libera determinazione, di autonomia tra i coniugi, di regolazione delle nascite, ecc., sembra che queste argomentazioni siano universali, cioè crediamo che la raccoglitrice di ulive calabrese, il pastore sardo, la ricamatrice siciliana e il montanaro veneto siano direttamente interessati a queste tematiche e le facciano proprie ogni qualvolta il ‘maître à penser’ di turno abbia espresso la sintesi ultima del suo pensiero. Abbiamo la sensazione, a volte, che si ignori, non si sa se per leggerezza o per dolo, l’esistenza di altre culture come, per esempio, quella contadina. La presente ricerca ha come campo di studi la Valle d’Illasi e riguarda un tipo di matrimonio che dagli anni ’60 non ha mai subito interruzioni, anzi conosce in questi ultimi tempi il momento della sua massima applicazione. Esso, consiste nel contrarre matrimonio tra un uomo, di solito contadino del nord, con una donna del sud, di solito casalinga o bracciante. Ciò avviene grazie all’interessamento di una terza persona che mette in contatto in vari modi i due giovani. Agli inizi, quando il fenomeno stava per nascere, coloro che si occupavano di queste unioni erano i sensali, ai quali un uomo si rivolgeva per chiedergli di trovargli moglie, mentre il modo più comunemente adottato ora consiste nel rivolgersi a un conoscente già sposato con una donna meridionale e incaricare quest’ultima che gli procuri una amica o una parente adatta a lui e che voglia maritarsi. Questo fenomeno presenta dunque le seguenti caratteristiche: - Interessa soprattutto contadini o ex-contadini; - È dagli anni ’60 costante e continuo, anzi negli ultimi anni la frequenza di questi matrimoni è sensibilmente aumentata;

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

antropologia
celibe
contadino
cultura rurale
emigrazione
marito
matrimoni combinati
matrimonio
meridione
moglie
nubile
scapolo
sentimenti
sociologia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi