Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Camillo Berneri (1897-1937) - Saggio biografico-politico su un anarchico italiano

Camillo Berneri, anarchico sui generis, viene assassinato nel maggio 1937 da sicari stalinisti con la complicità di comunisti e socialisti sia spagnoli che italiani mentre partecipava alla Guerra Civile e Rivoluzione Sociale nel paese iberico. Combattente, intellettuale, propagandista e grande pubblicista, Berneri è divenuto il sovversivo più espulso d'Europa nei suoi anni d'esilio. Questa Tesi di Laurea triennale ripercorre la biografia dell'anarchico analizzando l'importanza che la stessa ha avuto nella sua maturazione e nella definizione del suo pensiero anarchico.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Accostarsi al movimento anarchico significa trovarsi di fronte ad un ambiente certamente non omogeneo, al cui interno si possono trovare numerose differenze tra i singoli pensatori e militanti ai quali, se analizzati sommariamente, si rischierebbe di distorcerne il pensiero. Accostarsi alla biografia di un solo anarchico può apparire invece più facile, poiché si presume che questi abbia avuto un percorso politico quantomeno lineare. Questo non è sicuramente il caso di Camillo Berneri, anarchico sui generis per propria definizione. Studiare la sua biografia richiede l’immersione totale nel periodo storico nel quale egli vive, per riuscire a capirne appieno i propri pensieri e le proprie azioni che, altrimenti, difficilmente riuscirebbero ad essere compresi nella loro atipicità e concretezza, ma che comunque rimasero sempre fedeli a quell’idea di anarchismo che professerà in ogni circostanza e in nome della quale perdette anche la vita. Ripercorrendo la biografia di Camillo Berneri, si affronteranno le tematiche centrali dei singoli momenti della sua vita, con molti riferimenti a suoi scritti, siano essi libri o articoli giornalistici, che ci aiuteranno ad analizzare più a fondo l’evoluzione del proprio pensiero. Quello che questa tesi di laurea triennale si propone è, quindi, di chiarire come e quanto le vicende personali e storiche, analizzate periodo per periodo, abbiano influenzato l’evoluzione e l’elaborazione del pensiero dell’anarchico, cercando di dedurre altresì gli aspetti più rilevanti sia della sua ideologia, che del suo carattere. Nel primo capitolo, che affronterà i primi anni della sua vita, si farà riferimento all’importanza che hanno avuto, nella sua formazione, la madre Adalgisa e la città di Reggio Emilia, soffermandosi sul passaggio ideologico di Camillo, dal socialismo all’anarchismo. Con il secondo capitolo, invece, si entrerà più specificamente nell’analisi del pensiero berneriano del periodo italiano, in relazione con le circostanze che stava vivendo: la Grande Guerra e il successivo avvento del Fascismo, infatti, fecero maturare definitivamente in lui le idee libertarie. Costretto all’esilio nel 1926, questa fase, che verrà analizzata nel terzo capitolo, fu la più difficile sia per Berneri, che per l’anarchismo italiano. Diventato in questa fase 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Daniele Carpi Contatta »

Composta da 62 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 880 click dal 22/12/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.