Skip to content

La Romania e l'internazionalizzazione dei distretti veneti. Il caso dello Sportsystem

Informazioni tesi

  Autore: Chiara Cappellotto
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Ruggero Ranieri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 170

L’analisi del ruolo delle imprese venete nel processo evolutivo romeno non può prescindere da una considerazione generale sull’internazionalizzazione della piccola media impresa italiana.

L’Italia, infatti, si inserisce nel contesto internazionale a partire da una struttura diversa da quella dei maggiori stati industrializzati. Il sistema dei distretti industriali è composto prevalentemente da piccole e medie imprese, strettamente legate al territorio in cui sono localizzate, dove generalmente usufruiscono di una rete fatta di collegamenti, anche personali, con altre aziende che ne costituiscono l’indotto, che appartengono alla stessa filiera produttiva o, che ne sono il principale cliente.

La partecipazione delle imprese di minori dimensioni ai processi di divisione internazionale del lavoro, presenta ovviamente delle difficoltà di ordine strutturale. La distinzione che bisogna premettere è ovviamente quella tra la delocalizzazione, intesa come uno spostamento delle attività produttive interessato principalmente ad ottenere un vantaggio di costo, ed il concetto di l’internazionalizzazione che si prefigge un investimento più strutturato generalmente finalizzato all’introduzione nei mercati locali.

Il distretto di Montebelluna dello sportsystem è un importante esempio di integrazione tra imprese capofila di grandi dimensioni e piccole e medie imprese che rappresentano comunque realtà di valenza internazionale.

Il distretto della calzatura sportiva di Montebelluna rappresenta uno dei primi distretti italiani ad intraprendere la strada della delocalizzazione ed in modo particolare verso la Romania, è uno dei primi ad aggregarsi sotto il concetto di distretto così come stabilito dalla L.R. 8/2003, è infine un distretto dinamico che sta vivendo un momento di passaggio dalla delocalizzazione produttiva al più ampio e comprensivo concetto di internazionalizzazione.

Rappresenta in modo esemplare in concetto di distretto veneto nei suoi valori e nelle sue problematiche principali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il 2007 segna una data epocale per la Romania e per le migliaia di aziende italiane presenti in quel Paese. L entrata nella Comunit Eu ropea fa da spartiacque definitivo tra i tempi della delocalizzazione mordi e fuggi ormai conclusi ed una nuova fase per l internazionalizzazione di piccole e medie imprese nell Europa dell Est. Romania, Bulgaria, Ungheria e Repubblica Ceca non sono piø i paesi dove si riusciva a produrre a costi irrisori, dove aprire un azienda era questione di ore e la manodopera aveva costi 10- 12 volte inferiori a quelli italiani. Nei 18 anni passati dalla caduta definitiva del regime comunista e l apertura dei mercati al mondo occidentale la Romania ha vissuto uno dei passaggi piø critici della sua storia ed ancora oggi le prospettive sono condizionate da come verranno gestite, nei prossimi anni, le potenzialit di un mercato in forte espansione. Alla luce di questi due fattori essenziali: l ingresso della Romania in Europa e la presenza diffusa di PMI italiane, venete per prime, sono state molte le domande che hanno fatto da terreno fertile per la stesura di questa tesi. Quale ruolo hanno svolto le PMI italiane nello sviluppo locale del Paese? Quanto Ł presente uno scambio di conoscenze e la possibilit di veder nascere una struttura integ rata sul modello distrettuale nelle zone di rilocalizzazione aziendale? Quanto e come sono cambiate le strategie delocalizzative dall inizio degli anni 90 ad oggi? Cosa ha portato alla scelta della Romania e cosa significa l ingresso del Paese in Europa per le migliaia di aziende italiane presenti in quel Paese? Queste ed altre domande sono state poste ad alcune aziende venete e ad esperti nel settore dell internazionalizzazione, sia in Italia che a Bucarest, per poter collegare una serie di opinioni competenti ed interessate ai cambiamenti in atto nel Paese. L indagine non vuole essere una ricerca statistica od esaustiva delle opinioni di imprenditori o di consulenti, ma si Ł trattato piuttosto di chiacchierate informali indirizzate a definire alcuni punti base dal quale possono nascere interessanti riflessioni sulle evoluzioni in corso sia tra le imprese operanti in Italia sia nei Paesi dell Est Europa. La ricerca vuole considerare la delocalizzazione anche come un fenomeno sociale oltre che economico nella

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi