Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La rivascolarizzazione dell’infarto in fase acuta. Confronto tra tecniche chirurgiche e angioplastica primaria.

L’angioplastica primaria (PTCA) e le tecniche chirurgiche (CABG) rappresentano efficaci procedure invasive di rivascolarizzazione di frequente utilizzazione, indicate nel trattamento dell’infarto miocardico acuto. In ogni singolo paziente numerosi fattori tecnici o clinici possono precludere l'utilizzazione di una o entrambe le metodiche. Sebbene ambedue aumentino l'apporto di sangue al miocardio, esse presentano delle fondamentali differenze che vanno oltre il costo iniziale e l'impegno per il paziente.
In conclusione, un'attenta valutazione eseguita congiuntamente dal cardiochirurgo e dal cardiologo interventista rimane di fondamentale e primaria importanza per giungere alla decisione finale su quale metodica utilizzare in ogni singolo caso di infarto miocardico acuto.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE occlusione di un’arteria coronarica dovuta a trombosi è la causa più comune di infarto miocardico acuto (IMA). La pericolosità di questa patologia è legata alla possibilità di gravi complicazioni con conseguente elevata mortalità. “Time is muscle”: queste tre parole riassumono efficacemente il razionale della necessità di un intervento quanto più precoce possibile nel paziente con infarto miocardico acuto . Il fattore tempo è uno dei determinanti importanti della prognosi dell’IMA, infatti l’obiettivo principale della terapia di riperfusione miocardica è quello di ripristinare rapidamente e nel modo più completo il normale flusso coronarico, al fine di evitare la progressione della necrosi del tessuto miocardico o almeno di limitare l’estensione di una necrosi transmurale, prevenendo in tal modo il rimodellamento ventricolare. ATLETA MORENTE V° sec. a.C. W.HEBERDEN Comunicazione al College of Physicians Primo caso di infarto Londra 21 luglio 1968 L’

Diploma di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Annamaria Perrozzi Contatta »

Composta da 190 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3773 click dal 18/01/2008.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.