Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I dazi compensativi nel diritto dell'OMC: il caso DS138 (USA-CE)

I processi di internazionalizzazione e di globalizzazione dei commerci, inizati nel secondo dopoguerra, si sono fortemente intensificati ed affermati negli anni Novanta, grazia anche alla stipulazione dell'Accordo Generale sulle Tariffe e il Commercio (GATT) nel 1947, poi rivisto nel 1995 urante l'Uruguay Round. La costituazione dell'Organizzazione MOndiale del Commercio, contestuale alla modifica del GATT '47 ha fatto fronte alle crescenti necessità di accordi sulle questioni commerciali e di garanzia di rispetto degli impegni e delle regole negoziate.L'OMC, quale evoluzione del GATTA, ha la funzione di mantenere gli equilibri economici e diplomatici a livelo commerciale tra i Paesi Membri, ed è per questo motivo sempre in evoluzione anche per quanto riguarda material già trattate in diversi Accordi, poichp ci sono inevitabilmente sempre nuove applicazioni o approfondimenti interpretativi, forniti sia ll'interno di nuovi Round che vengono programmati, sia in contesti di soluzione di controversie. In questo lavoro verrà affrontata dapprima una parte generale per inquadrare le normative su cui verte la controversia che verrà poi esaminata nella parte speciale. Il contesto preso in considerazione è quello dei dazi compensativi:si darà una visione globale della disciplina con cui è stata gestita la materia, partendo dal GATT'47 e studiando come successivamente si è evoluta in seguito all'Uruguay Round e alla contestuale stipula dello specifico Accordo sulle Misure Compensative all'interno dell'OMC, che verrà analizzato nelle sue parti specifiche. Nel secondo capitolo si affronta il tema della risoluzione delle controversie nell'OMC, attraverso l'analisi dell'Intesa sulla Soluzione delle Controversie, sia per quanto riguarda i contenuti sostanziali che procedurali, descrivendo ed analizzando le fasi di consultazione, e poi l'attività del panel, la fase esecutiva, e quella del ricorso in appello. Essendo l'amito di azione dell'OMC assolutamente dinamico ed in evoluzione, per entrambe le parti (disciplina delle misure compensative e soluzione delle controversie), ciè anche un riferimento alle recenti dichiarazioni della COnferneza di Doha.
E' stato interessante trovare diretto riscontro dell'applicazione degli Accordi SMC e dell'Intesa nel caso specifico DS138.Analizzando dettagliatamente la controversia, e tuttel le fasi del procedimento di risoluzione attraverso il rapporto del Panel e in seguito dei ricorso all'Organo d'Appello, si può ricscontrare come le controversie possano nascere dalla difficoltà di interpretazione delle norme negoziate.Gli Accordi per loro natura prevedono infatti delle disposizioni talora generiche proprio perhcè possano essere applicate a svariate circostanze, tuttavia ciò può comportare, ed in effetti comporta, problemi legati alla mancanza di dettagli che emergono in situazioni specifiche. Questa controversia affronta una problematica inerente l'imposizione di misure compensative in un contesto che non è specificamente previsto nell'Accordo, ovvero le privatizzazioni. Nel testo dell'Accordo vengono infatti date delle definizioni puntuali di "sovvenzione" e "beneficio",eppure queste potrebbero prestarsi a diverse interpretazioni per quanto riguarda la loro effettiva applicazione.In particolare si analizzeranno i limiti entro cui può essere imposto un dazio compensativo; gli obblighi di dimostrazione dell'esistenza della sovvenzione e del relativo beneficio conseguente; la possibilità o menno dell'applicazione ad un caso di dazi compensativi di una norma prevista dall'Accordo Antidumpinf. Visto il ruolo "quasi normativo" previsto per l'Organo di soluzione controverise, ogni raccomandazione e decisione dei casi è potenzialmente fonte di chiarimento degli Accordi e va a creare un precedente giudiziale.Anche nel caso della controversia analizzata in questo lavoro l'Organo di soluzione controversie è arrivato a delle conclusioni utili per la specificazione dell'argomento delle privatizzazioni, che non era trattato nel dettaglio.

Mostra/Nascondi contenuto.
5      966      B  69*B660 60 0   8B   /  69*    A 6* 0    'A )  $.-;B 9 86  $..3 *  **C* 6*     B6* 0  A  -;/00  66:6 66:  6*D*6 69 9     BD*8* A B/0* D*  9 8   "6BE 9 D*6869 8* /9D**:   86 B 9/F  6 8 69 *8 99  990 98B06    *8 */89B666* 86 D*688:099*99D* 86**886/8:969 69 6966 ED* 968#6:* 8669*E66B9 A  -;B  6*  6*668 6 E 8*  6*  **C*6*69* 690 6* 6* 968   B/8: 6*9 690/ 696 0   6*  86   B86 6 66**  86B6 9D** *66 /9*B 68    06  6* B  9  8:  9B  06 6*8BD*699

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Chiara Trotta Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1325 click dal 21/01/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.