Skip to content

Fotografia e Turismo. L'uso delle immagini nei cataloghi di Kel12.

Informazioni tesi

  Autore: Nicoletta Marconi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Maria Chiara Zerbi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 299

Nonostante la fotografia sia universalmente riconosciuta come uno degli attributi indiscussi dell’odierna dimensione turistica, il ruolo che essa svolge in questo ambito non è mai stato affrontato con prospettiva unitaria e completa. Un’antropologia ed una sociologia visiva, lungi dall’essere semplici sottodiscipline, devono ormai essere considerate aspetti fondamentali in questo campo di ricerca. La fotografia non è più un semplice corredo illustrativo e decorativo, ma possiede un potere culturale che non può essere ignorato.
Un tempo si viaggiava per visitare luoghi sconosciuti e scoprirne di ignoti, oggi, invece, sappiamo già tutto del mondo per averlo visto in televisione, al cinema o nelle fotografie, e viaggiamo alla ricerca di ciò che abbiamo già visto e vogliamo ritrovare. Il viaggio, nell’era della cultura visiva, si trasforma in ossimoro: nella pretesa che il mondo possieda le caratteristiche che già abbiamo incontrato nelle sue rappresentazioni, il principio stesso del viaggio, ovvero conoscere qualcosa di mai visto, si tradisce e si trasforma nella ricerca del già conosciuto. Confusione tipica del nostro tempo, la nostra percezione del territorio e il nostro rapporto con esso finisce per essere mediato e distorto dalle immagini.
Questo ha conferito un enorme potere all’immagine fotografica che, in una dimensione turistica sempre più massificata e diffusa, si identifica come strumento perfetto per la promozione e il business del prodotto-vacanza, ormai trasformatosi in un vero e proprio bene di consumo.
La necessità di aderire al target e il tentativo di assecondare ciò che la psicologia turistica suggerisce, determinano una standardizzazione delle immagini che vengono scelte sulla base della loro conformità alle motivazioni del cliente, e che si trasformano, quindi, in vere e proprie idee-immagine. La fedeltà al turista tradisce la destinazione, spesso totalmente dimenticata.
Questi esempi di pittoresco teatralizzato, tuttavia, non soddisfano i bisogni di tutti i turisti. C’è ancora chi cerca l’autentico e non si accontenta di realtà superficiali ed esibite. La sfida di rivolgersi a questi segmenti di target viene raccolta da alcuni operatori che, nel tentativo di differenziarsi, fanno del rispetto della realtà il punto di forza. Una scelta diversa è possibile, come quella compiuta da Kel 12.
In conclusione, non si deve alla fotografia l’omologazione dei Paesi del mondo ma all’uso che di essa viene fatto. Un’alternativa esiste perché le immagini fotografiche possano essere utilizzate allo scopo di diffondere una conoscenza geografica, un turismo consapevole ed una cultura del viaggio che sia scoperta del mondo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Nonostante la fotografia sia universalmente riconosciuta come uno degli attributi indiscussi dell’odierna dimensione turistica, il ruolo che essa svolge in questo ambito non è mai stato affrontato con prospettiva unitaria e completa. Gli innumerevoli studi ed indagini sul turismo troppo spesso ignorano i metodi di ricerca basati sulle immagini e sulla funzione che esse hanno assunto nelle dinamiche di questo titanico fenomeno commerciale. Un’antropologia ed una sociologia visiva, lungi dall’essere semplici sottodiscipline, devono ormai essere considerate aspetti fondamentali in questo campo di ricerca. La fotografia non è più un semplice corredo illustrativo e decorativo, ma possiede un potere culturale che non può essere ignorato. La difficoltà di un approccio al ruolo dell’immagine fotografica nel turismo risiede, in primis, nell’inesistenza di un apparato teorico unitario e condiviso, di compendi o analisi approfondite che riuniscano i numerosissimi articoli ed interventi sull’argomento pervenuti, negli ultimi quarant’anni, da ogni disciplina. Dalla geografia alla psicologia, dal marketing alla sociologia, dalla storia all’antropologia, i settori di studio più diversi si sono interessati a questo fenomeno tanto ampio e cruciale per la nostra società, ma non ancora totalmente indagato e compreso a fondo. La presente tesi vuole gettare un ponte interdisciplinare e sottolineare la centralità e l’importanza della fotografia nella promozione del prodotto viaggio e nella dimensione percettiva e conoscitiva del rapporto uomo-ambiente. Questo significa analizzare in maniera approfondita il permanente interscambio affaristico tra fotografia e marketing del turismo e le conseguenze che esso ha sulla percezione dello spazio e sulla conoscenza geografico-culturale dei luoghi pubblicizzati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ambiente
claudio minca
comunicazione
elisa bianchi
eugenio turri
felice perussia
fotografia
geografia
geografia del turismo
immagine
kel12
marketing
marketing turistico
paesaggio
percezione del paesaggio
percezione dell'ambiente
peter gould
psicologia del turismo
pubblicità turistica
roberta maeran
storia del turismo
susan sontag
tour operator
turismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi