Skip to content

Analisi dei fattori influenzanti la scelta ubicativa dell’azienda

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Saturno
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Scienze Manageriali
  Corso: Economia e management
  Relatore: Prof. D'amico
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 122

L’istituzione dell’azienda richiede la risoluzione di un’ampia gamma di problemi di natura strategica ed economica.
Un problema preliminare che si presenta in fase di primo impianto, riguarda l’accertamento della possibilità di sopravvivenza dell’azienda all’interno dell’ambiente di riferimento e, una volta determinati i più significativi indicatori di natura strategica, si devono opportunamente valutare la convenienza economica ad istituire l’azienda e la possibilità finanziaria di realizzare tale convenienza.
In sede appunto d’istituzione dell’azienda è necessario che la combinazione di tale politica confluisca in un piano in parte formalizzato, che dovrà accogliere al suo interno degli indicatori idonei a segnalare, durante lo svolgimento dell’attività operativa, gli eventuali scostamenti tra i risultati programmati e quelli conseguiti, al fine di consentire l’individuazione tempistica delle cause generatrici di tali differenze e di retroagire sugli obiettivi e sulle linee di azioni già predefinite.
L’istituzione dell’azienda è legata alla previsione delle condizioni generali e particolari del suo equilibrio, allo scopo di mantenerle, di migliorarle, nel momento in cui sono raggiunte, o di ripristinarle, qualora vengano meno.
La decisione di impiantare un’azienda è presa, quando il soggetto economico valuta conveniente e possibile la remunerazione di tutti i fattori produttivi utilizzati nel processo economico, in altri termini, è necessario che si verifichino le condizioni di minima economicità oggettiva, idonee a garantire all’azienda un processo di crescita evolutiva.
A tal fine è necessario elaborare un piano economico, relativo ad un esercizio medio dell’azienda da istituire, e verificare se dal confronto fra i ricavi attesi dalla vendita dei prodotti e i costi sostenibili per lo svolgimento del processo produttivo emerga un reddito tale da garantire la sussistenza delle condizioni di minimo d'equilibrio.
Intimamente connesso al problema della convenienza economica è quello della determinazione del fabbisogno finanziario, iniziale e successivo, e del relativo piano di copertura finanziaria.
Al preventivo economico si ricollegano il piano patrimoniale, che definisce il fabbisogno finanziario generato dagli investimenti in fattori produttivi a fecondità semplice e ripetuta, e il piano finanziario, che individua le fonti attraverso le quali fornire idonea copertura al fabbisogno necessario ad impiantare l’azienda.
L’approccio previsionale seguito nella fase di istituzione dell’azienda, al fine di ricercare la convenienza economica e la possibilità finanziaria di attuazione della stessa, si risolve in un processo intellettuale che, più specificamente, prende il nome di pianificazione.
Nell’ambito della pianificazione s'individuano due distinte fasi:
- la fase di ideazione, che riguarda l’individuazione degli obiettivi, il tempo necessario per raggiungerli, l’esame delle condizioni interne ed esterne all’azienda, lo studio delle possibili scelte da seguire e la scelta di quella ottimale;
- la fase di attuazione, che ha la funzione di trasmettere ai vari livelli della struttura organizzativa gli obiettivi ed i piani in modo da renderli esecutivi e da correggere, in sede di controllo, gli eventuali gap tra obiettivi preventivati e i risultati conseguiti.
La lettura geografico-economica dello sviluppo, l’individuazione dei fattori che hanno prodotto la distribuzione della ricchezza delle imprese nel mondo, ha utilizzato per lungo tempo modelli di localizzazione di tipo spaziale.
Sia nella spiegazione delle scelte spaziali dell’industria, sia in quella della distribuzione tra città del settore terziario, per molto tempo ha prevalso la modellistica che considera l’impresa come un soggetto perfettamente razionale, operante in un mercato in concorrenza perfetta (salvo tentativi di correzione del tiro in direzione dell’oligopolio) e assolutamente trasparente (sono note le localizzazioni dei fattori produttivi, energia, materie e mercato, così come le logiche espansive dei concorrenti).
In questo spazio semplificato, il problema fondamentale delle imprese si risolveva (per eliminazione di tutte le altre variabili o per la loro incorporazione nell’unico vincolo della distanza) nella minimizzazione del costo di trasporto legato all’approvvigionamento dei fattori produttivi e alla distribuzione del prodotto finito.
Questo approccio spiega soltanto parzialmente la realtà. In primo luogo, perché in molti casi (tipicamente per esempio nella teoria delle località centrali di Christaller) il fine di questi modelli non è la spiegazione della realtà così com’è, ma piuttosto l’identificazione di una norma, di una regola cui la realtà dovrebbe corrispondere se valessero gli assunti (uno per tutti quello della perfetta razionalità dei soggetti) stabiliti a priori.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE E OBIETTIVI DELLA TESI L’istituzione dell’azienda richiede la risoluzione di un’ampia gamma di problemi di natura strategica ed economica. Un problema preliminare che si presenta in fase di primo impianto, riguarda l’accertamento della possibilità di sopravvivenza dell’azienda all’interno dell’ambiente di riferimento e, una volta determinati i più significativi indicatori di natura strategica, si devono opportunamente valutare la convenienza economica ad istituire l’azienda e la possibilità finanziaria di realizzare tale convenienza. La decisione fondamentale da prendere nel momento in cui si prefigura l’idea di avviare un’attività imprenditoriale, riguarda la scelta di politiche strategiche, fra loro interrelate. In sede appunto d’istituzione dell’azienda è necessario che la combinazione di tale politica confluisca in un piano in parte formalizzato, che dovrà accogliere al suo interno degli indicatori idonei a segnalare, durante lo svolgimento dell’attività operativa, gli eventuali scostamenti tra i risultati programmati e quelli conseguiti, al fine di consentire l’individuazione tempistica delle cause generatrici di tali differenze e di retroagire sugli obiettivi e sulle linee di azioni già predefinite. Tale metodologia comportamentale, da adottare in fase di impianto dell’azienda, costituisce un approccio nuovo per impostare in modo competitivo il rapporto con l’ambiente di riferimento consentendo di operare in condizione di efficienza gestionale. L’istituzione dell’azienda è legata alla previsione delle condizioni generali e particolari del suo equilibrio, allo scopo di mantenerle, di migliorarle, nel momento in cui sono raggiunte, o di ripristinarle, qualora vengano meno. La decisione di impiantare un’azienda è presa, quando il soggetto economico valuta conveniente e possibile la remunerazione di tutti i fattori produttivi utilizzati nel processo economico, in altri termini, è necessario che si verifichino le condizioni di minima economicità oggettiva, idonee a garantire all’azienda un processo di crescita evolutiva. Di conseguenza in fase d’impianto è opportuno predisporre, mediante uno studio preliminare dell’attività da eseguire, le politiche e gli strumenti finalizzati al

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cicli economici di kondratieff
competitività e localizzazione
fattori di localizzazione
florovivaismo campano: tradizione antica
il ciclo di vita dei prodotti
il distretto industriale in italia
il fenomeno della globalizzazione e delocalizzazio
il pomodoro san marzano dell’agro nocerino-sarnese
la fase del fordismo/taylorismo
l’attrattività delle risorse e delle materie prime
l’autotrasporto in campania
l’industria conserviera, il pomodoro pelato

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi