Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ipnosi e Orientamento professionale

L’idea dello studio nasce da una riflessione metodologica sull’assoluta carenza di strumenti di intervento nell’ambito dei percorsi di Orientamento professionale, Accompagnamento al lavoro e Assessment delle Competenze erogati nell’ambito dei Servizi per l’Impiego (Masterplan SPI, CEDOC, 2002).
La carenza delle tecniche e degli strumenti utilizzati nel contesto in esame si focalizza su più aspetti: lo scarso impatto relativamente al sistema delle convinzioni dell’utente, la mancanza di formulazione di obiettivi specifici di processo e l’impossibilità di raggiungerli, la scarsa economicità del percorso (che secondo la metodologia standard in uso prevede circa n. 20 h di colloquio individuale e n. 30 h di incontri di gruppo) (Sangiorgi G., 1990.).
E’ proprio la ridotta ‘efficacia’ del modello che limita fortemente l’erogazione di un servizio riconosciuto dalla comunità scientifica come indispensabile per un positivo inserimento e permanenza nel mondo del lavoro, in termini di numero di utenti e in termini di mancato raggiungimento di obiettivi (Pombeni M.L, Vattovani P., 2005).
Nello specifico si fa riferimento al caso di un Centro di Orientamento al Lavoro della Provincia di Roma (COL di Pomezia e Ardea) che potrebbe introdurre l’utilizzo dell’ipnosi in alcuni percorsi di orientamento.
L’ipnosi viene utilizzata al momento con n.15 soggetti di età tra i 20 e i 40 anni che hanno scelto di intraprendere un percorso di orientamento per strutturare (o riadeguare) un loro progetto professionale e iniziare a realizzarlo attraverso gli inserimenti in Azienda promossi dal COL stesso.
Tale studio vorrebbe strutturare le basi per un lavoro sperimentale in questo ambito in modo da:
• definire uno o più protocolli di trattamento ipnotico da poter utilizzare;
• identificare delle variabili di valutazione dell’efficacia del percorso;
• identificare uno o più strumenti di rilevazione delle variabili in oggetto;
• strutturare uno studio sperimentale che preveda un confronto tra due o più gruppi di soggetti identificati in base al trattamento utilizzato.
Moltissime, infatti, potrebbero essere le ulteriori applicazioni relative ad un risultato sperimentalmente valido del trattamento ipnotico sia nei percorsi di orientamento che in contesti correlati caratterizzati da diffusa criticità di intervento (percorsi di outplacement, percorsi su adolescenti a rischio, percorsi per fasce deboli, percorsi per le pari opportunità).

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Abstract Ipnosi e Orientamento professionale L’idea dello studio nasce da una riflessione metodologica sull’assoluta carenza di strumenti di intervento nell’ambito dei percorsi di Orientamento professionale, Accompagnamento al lavoro e Assessment delle Competenze erogati nell’ambito dei Servizi per l’Impiego (Masterplan SPI, CEDOC, 2002). La carenza delle tecniche e degli strumenti utilizzati nel contesto in esame si focalizza su più aspetti: lo scarso impatto relativamente al sistema delle convinzioni dell’utente, la mancanza di formulazione di obiettivi specifici di processo e l’impossibilità di raggiungerli, la scarsa economicità del percorso (che secondo la metodologia standard in uso prevede circa n. 20 h di colloquio individuale e n. 30 h di incontri di gruppo) (Sangiorgi G., 1990.). E’ proprio la ridotta ‘efficacia’ del modello che limita fortemente l’erogazione di un servizio riconosciuto dalla comunità scientifica come indispensabile per un positivo inserimento e permanenza nel mondo del lavoro, in termini di numero di utenti e in termini di mancato raggiungimento di obiettivi (Pombeni M.L, Vattovani P., 2005). Nello specifico si fa riferimento al caso di un Centro di Orientamento al Lavoro della Provincia di Roma (COL di Pomezia e Ardea) che potrebbe introdurre l’utilizzo dell’ipnosi in alcuni percorsi di orientamento. L’ipnosi viene utilizzata al momento con n.15 soggetti di età tra i 20 e i 40 anni che hanno scelto di intraprendere un percorso di orientamento per strutturare (o riadeguare) un loro progetto professionale e iniziare a realizzarlo attraverso gli inserimenti in Azienda promossi dal COL stesso. Tale studio vorrebbe strutturare le basi per un lavoro sperimentale in questo ambito in modo da: • definire uno o più protocolli di trattamento ipnotico da poter utilizzare; • identificare delle variabili di valutazione dell’efficacia del percorso;

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Maria Cristina Perica Contatta »

Composta da 24 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1046 click dal 04/02/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.