Skip to content

Cineturismo e marketing territoriale: un nuovo prodotto turistico per la promozione del territorio

Informazioni tesi

  Autore: Luca Filippi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Ferrara
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Progettazione e gestione dei sistemi turistici
  Relatore: Paolo Domenico Regina
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 144

“ Un film è sempre l’inizio di un viaggio…”
Non poteva che cominciare in questo modo, questo mio lavoro di Tesi, che va a concludere il ciclo di studi universitari, ed in particolare la Laurea Specialistica in Progettazione e Gestione degli Eventi e dei Percorsi Culturali (PGEPC) ; un lavoro nel quale ho tentato, spero con risultati e soprattutto con proposte interessanti, di analizzare il fenomeno del Cineturismo, termine che non ancora troviamo presente nel nostro vocabolario di casa, ma che rappresenta un “fenomeno” di questi ultimi anni, o meglio ancora un “evento culturale”, in linea con gli obiettivi preposti da questo corso di studi; rubando una battuta da un recente convegno al quale ho partecipato, “Non avere un ministero del turismo in Italia è come se in Arabia non ci fosse un ministero del petrolio…”, propongo un momento di riflessione, al quale giungo dopo aver raccolto materiale, informazioni, testimonianze di addetti ai lavori in merito al Cineturismo e al mercato che lega Cinema & Turismo. “Un film è sempre l’inizio di un viaggio”, ovvero il Cineturismo ci porta per mano a scoprire le locations dei film e le emozioni che si celano dietro la più grande macchina dei sogni, il Cinema, forse l’industria culturale più conosciuta ed apprezzata al mondo; allora perché non sfruttare, anzi creare cultura utilizzando il Cinema e per favorire lo sviluppo economico di un paese o di un territorio attraverso il Turismo?
Secondo diversi studi, alcuni molto recenti e presentati anche nell’ultima edizione della B.I.T. di Milano, la più grande fiera di Turismo in Italia e grazie alla collaborazione della quale è nata B.I.C.T., la Borsa Internazionale del Cineturismo di Ischia, molto spesso la scelta della meta di una vacanza passa attraverso la visione di un documentario, di un film o di una fiction (questo, in particolare in Italia, dopo che l’industria cinematografica italiana ha puntato molto in questo prodotto per fidelizzare il telespettatore alla rete, da qui possiamo parlare anche di Teleturismo), e questo dimostra come il Cineturismo sia una tendenza in crescita nel mercato turistico mondiale. La simbiosi tra Cinema&Turismo sta diventando un rilevante mezzo di sviluppo economico; l’industria cinematografica, da sempre, costituisce un importante volano per il territorio, e le motivazioni che spingono un segmento sempre più ampio di turisti a ricercare offerte o prodotti turistici legati ai luoghi che hanno ospitato le riprese del Cinema a loro più caro, sono dettate, quindi, proprio dal desiderio di rivivere le emozioni del grande schermo direttamente sul set e di scoprire segreti e retroscena che si celano dietro la più grande Macchina dei sogni! Ma applicare strumenti di marketing non serve se alla base non ci sono strategie, obiettivi concordati e comuni; può la recente apertura di un portale nazionale che rappresenti la vocazione turistica dell’Italia (www.italia.it, costato tra le altre cose ben 45 milioni di euro alle casse statali, e pieno di “inesattezze”, tanto da esserne già stato chiesto il blocco per farne un totale rifacimento!) sopperire alle carenze strutturali di carattere nazionale che da sempre caratterizzano il settore Turismo in Italia ? E’ una provocazione, perché, restando al tema a me caro del Cineturismo, non possono solamente quattro o cinque Film Commission territoriali o regionali, magari sostenute da privati che credono nel progetto, investire soldi o energie in questo nuovo “evento culturale”; e le restanti regioni? Se a Venezia il turista non ci andrà perché per i suoi famosi canali ci ha scorazzato il temerario Roger Moore – 007 – con il suo motoscafo (…probabilmente perché Venezia attira per altri motivi!), è più probabile che a Città della Pieve (Pg) si fermi, e magari soggiorni, più volentieri ad ammirare il Perugino chi in Tv non ha perso una puntata della fiction Carabinieri…perché riconosce in quei posti i luoghi in cui la fiction ha preso piede, facendo da traino magari per ammirare le opere del pittore cinquecentesco, allievo di Raffaello. Il risultato, in un territorio non preparato, può essere quello di non sfruttare al meglio le occasioni di sviluppo offerte dalla presenza di una fiction televisiva, o perché scenario di Grande cinema; la mancanza di una Film Commission territoriale adeguata, di Agenzie turistico - culturali in grado di preparare itinerari o pacchetti a tema, di Enti di Promozione turistica locali che riorganizzino a modo strutture ricettive, di guide locali, e la mancanza di una comune strategia di Marketing territoriale, rischiano di far perdere al paese un possibile modello di sviluppo economico nel settore turismo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE “ Un film è sempre l’inizio di un viaggio…” Non poteva che cominciare in questo modo, questo mio lavoro di Tesi, che va a concludere il ciclo di studi universitari, ed in particolare la Laurea Specialistica in Progettazione e Gestione degli Eventi e dei Percorsi Culturali (PGEPC) ; un lavoro nel quale ho tentato, spero con risultati e soprattutto con proposte interessanti, di analizzare il fenomeno del Cineturismo, termine che non ancora troviamo presente nel nostro vocabolario di casa, ma che rappresenta un “fenomeno” di questi ultimi anni, o meglio ancora un “evento culturale”, in linea con gli obiettivi preposti da questo corso di studi; rubando una battuta da un recente convegno al quale ho partecipato, “Non avere un ministero del turismo in Italia è come se in Arabia non ci fosse un ministero del petrolio…”, propongo un momento di riflessione, al quale giungo dopo aver raccolto materiale, informazioni, testimonianze di addetti ai lavori in merito al Cineturismo e al mercato che lega Cinema & Turismo. “Un film è sempre l’inizio di un viaggio”, ovvero il Cineturismo ci porta per mano a scoprire le locations dei film e le emozioni che si celano dietro la più grande macchina dei sogni, il Cinema, forse l’industria culturale più conosciuta ed apprezzata al mondo; allora perché non sfruttare, anzi creare cultura utilizzando il Cinema e per favorire lo sviluppo economico di un paese o di un territorio attraverso il Turismo? Secondo diversi studi, alcuni molto recenti e presentati anche nell’ultima edizione della B.I.T. di Milano, la più grande fiera di Turismo in Italia e grazie alla collaborazione della quale è nata B.I.C.T., la Borsa Internazionale del Cineturismo di Ischia, molto spesso la scelta della meta di una vacanza passa attraverso la visione di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cinema
cinema e turismo
cineturismo
film festival
location cinematografica
marketing turistico
product placement
tourism ischia
turismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi